menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei posti di blocco

Uno dei posti di blocco

Dodici ore di controlli da terra e dal cielo: lotta ai furti e agli automobilisti indisciplinati

La compagnia dei carabinieri di Abano Terme ha organizzato un pattugliamento straordinario nelle prime ore di mercoledì nei paesi e lungo le principali arterie stradali

É di 54 automobili e 63 persone controllate il bilancio dei controlli che hanno impegnato i militari dalla mezzanotte alle 12 di mercoledì. Occhi puntati sulla condotta alla guida, il contrasto dei furti e la perlustrazione degli hotel dismessi.

I numeri

Nove pattuglie della compagnia, insieme a due unità del Cio di Mestre e a un elicottero dell'Elinucleo di Belluno, hanno scandagliato il territorio. Otto persone sono state sottoposte all'alcoltest, con una risultata positiva e denunciata. Tre hanno ricevuto il divieto di lasciare la propria casa nelle ore notturne. Altri due sono stati denunciati per spaccio e furto, mentre sono state tre le multe per infrazioni al Codice della strada. I carabinieri hanno passato al setaccio le strutture abbandonate e ormai fatiscenti dell'Hotel Monaco di Abano e del Rio d'Oro di Montegrotto.

Le denunce

Deve rispondere di tentato furto aggravato il 33enne B.A. di Conselve, scoperto a Maserà mentre provava a tranciare il lucchetto di un bicicletta parcheggiata. É invece di detenzione a fini di spaccio l'accusa nei confronti di N.H., 35enne marocchino che vive a Pozzonovo. Quando i militari si sono presentati a casa sua per una perquisizione hanno infatti trovato e sequestrato quattro dosi di cocaina e un bilancino di precisione. L'alcoltest è poi costato la denuncia a una 57enne di Pernumia, fermata a Battaglia Terme alla guida della sua utilitaria con un tasso alcolemico di 1,35 g/l. Nei suoi confronti oltre all'accusa di guida in stato di ebbrezza è anche scattato il ritiro della patente.

Le multe

Tre le infrazioni riscontrate dai carabinieri impegnati nei posti di blocco in strada. Un 27enne è stato multato a Rubano perché guidava un'auto con targa straniera non in regola per la circolazione in Italia, finita sotto sequestro. Stessa sorte per l'autocarro di un 58enne di Due Carrare, che aveva la circolazione scaduta, e per un veicolo fermato ad Albignasego privo invece della revisione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento