menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camposampierese: mercatini "solidali" abusivi e festa di giovanissimi, decine le sanzioni

Nel fine settimana di Pasqua gli agenti hanno intensificato i controlli per evitare assembramenti e situazione di potenziale pericolo. Il comandante Paolocci ha fatto un bilancio

E' scattato venerdì di Pasquetta il piano messo a punto da Antonio Paolocci, comandante della polizia locale della Federazione del Camposampierese, per intensificare i controlli nei parchi pubblici, sugli argini e nelle zone a maggiore afflusso di persone. Il piano prevedeva servizi speciali per il controllo del rispetto delle vigenti disposizioni per il contenimento della pandemia, visto che l'intero territorio nazionale era previsto in zona rossa. Decine le pattuglie messe in campo nelle giornate di sabato, domenica e lunedì. Sono stati organizzati posti di controllo sulle maggiori direttrici cittadine per verificare gli spostamenti durante tutte le festività, potenziati i pattugliamenti nelle aree urbane, nei parchi pubblici e nelle stazioni ferroviarie.

Mercatino

Sabato nel tardo pomeriggio una pattuglia è intervenuta a Campodarsego, dove, su segnalazione di un cittadino, gli agenti hanno trovato un piccolo mercatino allestito da una associazione di volontariato presso la propria sede con una decina di bancarelle e  una cinquantina di persone presenti per gli acquisti. Gli organizzatori della manifestazione si sono giustificati dichiarando che il mercatino viene organizzato mensilmente per aiutare le persone in difficoltà. La Polizia Locale sta verificando in questi giorni assieme ai competenti uffici del comune se l'associazione sia in possesso delle necessarie autorizzazioni per l'organizzazioni di questo genere di eventi. Il presidente verrà comunque sanzionato per il fatto che le attività dei centri culturali e ricreativi sono sospese all'interno della zona rossa anche per evitare possibili assembramenti.

Festa di ragazzini

Domenica pomeriggio, sempre su segnalazione di un residente, una pattuglia è intervenuta in una zona agricola nel comune di Villanova, dove su un ampio spiazzo verde si erano radunati una trentina di giovani per festeggiare. Alla vista delle divise c'è stato un fuggi fuggi generale ma comunque gli agenti sono riusciti a fermare e controllare diversi ragazzi, tutti giovanissimi e provenienti anche dai comuni limitrofi. Nell'area è stata ritrovata anche della sostanza stupefacente, probabilmente abbandonata da qualcuno nella fretta di mettersi in fuga. In serata tre giovani, due stranieri ed un italiano, sono stati sanzionati per le norme Covid alla stazione dei treni di Camposampiero. L'area è da tempo diventata ritrovo, specie nelle ore notturne, di persone che si radunano per farsi qualche birra in compagnia. I pattugliamenti della Polizia Locale sono quindi quotidiani e già durante la settimana erano stati sanzionati ed allontanati altri gruppi di stranieri. Domenica erano sei le persone che si erano date appuntamento: tre sono riuscite a scappare mentre altre tre sono state fermate nella vicina stazione dove sono state identificate e sanzionate perchè, provenienti da alcuni comuni limitrofi.

Pasquetta

Il lunedì di pasquetta non ha presentato particolari problemi per gli agenti della Federazione. Solo in serata delle pattuglie sono intervenute in due bar, uno a Campodarsego e uno in una frazione di Borgoricco, dove erano stati segnalati alcuni clienti a bere degli spritz. In zona rossa (come anche in quella arancione) i pubblici esercizi possono  invece effettuare  solo attività da asporto.

Soddisfazione

Il Comandante Paolocci ha così espresso la propria soddisfazione per i servizi organizzati: «In questi tre giorni abbiamo riscontrato con piacere come la stragrande maggioranza dei nostri cittadini abbia rispettato le norme previste a causa dell'emergenza Covid. Non abbiamo avuto, tranne qualche isolato caso, problemi di assembramenti e tutti si sono comportati correttamente, anche per quanto riguarda l'uso della mascherina. Voglio con l'occasione anche ringraziare i miei agenti, che si sono resi disponibili per effettuare questi servizi straordinari, rinunciando alle giornate di festività con le proprie famiglie per mettersi a disposizione della collettività».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento