Cronaca Monselice

Task force anti spaccio tra Monselice e le campagne: occhi puntati su locali e parchi

I carabinieri della compagnia di Abano Terme stanno svolgendo una fitta serie di controlli nell'area della città della Rocca. Due le persone finora denunciate

Verifiche a tappeto nelle zone più soggette allo spaccio di droga, che nell'area a sud del capoluogo vede fiorenti traffici al dettaglio. Tanto nelle cittadine quando nelle aree di campagna, sono stati numerosi gli arresti portati a termine negli ultimi mesi e, a fronte delle indagini avviate, i controlli proseguono a ritmo serrato.

I numeri

Negli ultimi giorni i militari della compagnia di Abano Terme si sono concentrati su Monselice, uno dei principali centri della zona, scandagliando locali pubblici, la stazione ferroviaria e parchi come il Buzzaccarini, il Parco delle mura e l'area di piazza San Marco. Con il supporto dei colleghi del IV battaglione "Veneto" sono state identificate una trentina di persone, due delle quali denunciate, mentre grazie all'unità cinofila di Torreglia sono stati sequestrati 4,5 grammi di hashish nascosti dentro la stazione.

Le denunce

A finire denunciati sono stati due uomini marocchini. Il pregiudicato 27enne M.M. è accusato di soggiorno illegale in Italia, dove vive irregolarmente e senza una dimora fissa. Il giovane è anche stato segnalato perché trovato in possesso di una dose di hashish. É invece accusato di resistenza e ubriachezza molesta il connazionale D.A.G., 33 anni, scoperto in un bar dove completamente ubriaco stava infastidendo gli altri clienti. L'uomo, volto noto alle forze dell'ordine, ha tentato senza successo di evitare il controllo scagliandosi sui militari che lo hanno trasferito in caserma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Task force anti spaccio tra Monselice e le campagne: occhi puntati su locali e parchi

PadovaOggi è in caricamento