Minaccia e colpisce la guardia durante la rapina. Weekend di controlli, pioggia di denunce

I carabinieri della compagnia di Abano Terme hanno organizzato una fitta rete di servizi straordinari nel fine settimana, con posti di blocco in strada e verifiche nei locali pubblici

I carabinieri impegnati nei controlli in zona Terme. A destra, il coccio di bottiglia utilizzato dall'arrestato nel corso della rapina

É di una persona arrestata, tre denunciate e cinque segnalate alla prefettura il bilancio dei maxi controlli in tutto il territorio di competenza della compagnia. Oltre ottanta gli individui identificati, 64 i veicoli tra automobili, motocicli e mezzi pesanti e otto i bar e negozi sottoposti a verifica.

La rapina

A finire in manette è stato Said Dakouni, 37enne marocchino accusato di rapina impropria per un episodio risalente a sabato sera. Quella sera il nordafricano è entrato in un supermercato di Monselice insieme al 26enne tunisino B.A.S., anch'egli irregolare. Tra gli scaffali sono riusciti a nascondersi addosso alcuni prodotti per uscire senza pagarli, non rendendosi però conto di essere tenuti d'occhio dalle guardie del servizio di vigilanza. Prima che potessero uscire in strada compiendo il furto, uno di questi si è parato davanti al marocchino bloccandolo nella zona vicina al magazzino. Dakouni per tutta risposta gli ha lanciato addosso tutto ciò che gli capitava a tiro, raccogliendo da terra una bottiglia di vetro, mandandola in pezzi e minacciando il vigilante con un coccio. Il tunisino nel frattempo ha cercato di aiutare il complice a liberarsi, ma entrambi sono stati fermati da una pattuglia arrivata sul posto. Mentre la guardia andava al pronto soccorso per le medicazioni, il 37enne è stato arrestato e il 26enne denunciato con lo stesso capo d'accusa. Dakouni è poi stato rimesso in libertà.

L'aggressione ai militari

Una reazione violenta è costata la denuncia anche al 34enne senegalese D.D., che deve rispondere di minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di riferire la propria identità. L'uomo è stato intercettato ad Albignasego, ma al momento del controllo ha perso la calma prima minacciando i militari, poi tentando di scappare a piedi e infine aggredendoli quando lo hanno riacciuffato.

La bicicletta rubata

É invece accusato di ricettazione il terzo uomo denunciato, il 22enne S.G. nativo del Gambia e regolare in Italia. Il ragazzo è stato segnalato da alcuni cittadini di Battaglia Terme, dove i carabinieri lo hanno intercettato in sella a una mountain bike che era stata rubata a un 45enne del paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Consumatori di marijuana

Cinque le persone i cui nomi sono finiti nei registri del prefetto ad allungare l'elenco dei consumatori abituali di stupefacente. Uno di loro è un ventenne, fermato sui Colli mentre trasportava in auto 1,5 grammi di marijuana. Altri quattro sono invece stati controllati a Tribano e sono un gruppo di trentenni nigeriani anch'essi scoperti con qualche spinello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento