rotate-mobile
Cronaca

In auto con l'amico senza patente, doveva essere in quarantena: «Pensavo fosse finita»

Due padovani sono stati fermati per un controllo nel Trevigiano: il conducente era senza patente mentre il passeggero avrebbe dovuto essere in quarantena

L'automobilista era senza patente, revocata dalla Prefettura due anni fa, il passeggero doveva invece essere in quarantena a causa del Covid-19. A finire nei guai, durante un controllo stradale svolto dai carabinieri nel centro di Castelfranco Veneto (Treviso), due uomini, entrambi residenti nell'Alta padovana. 

Il fatto

Durante il controllo di venerdì 21 gennaio, il conducente 33enne del veicolo è risultato sprovvisto della licenza di guida mentre l'amico che era con lui, un 32enne, durante gli accertamenti risultava sottoposto all’obbligo di quarantena presso il proprio domicilio. Poco convincenti le giustificazioni dei due fermati: di fronte alle contestazioni dei militari il conducente ha detto di essersi posto alla guida solo pochi istanti prima del controllo mentre il passeggero, cui veniva contestata la presenza fuori dall’abitazione, ha riferito di essere uscito a cena con l’amico credendo di avere ormai terminato il periodo di isolamento domiciliare cui era sottoposto. Per il guidatore “pizzicato” senza patente scatterà ora una sanzione amministrativa di svariate migliaia di euro mentre la condotta del passeggero sarà oggetto di segnalazione all’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con l'amico senza patente, doveva essere in quarantena: «Pensavo fosse finita»

PadovaOggi è in caricamento