Maxi operazione delle forze dell'ordine in via Bernina: 60 identificati e sequestro di marijuana

Nella serata di giovedì polizia, carabinieri, finanza, polizia locali e personale dell'Ulss ha eseguito una serie di verifiche nella zona a nord dell'Arcella

È durato fino alla tarda serata di giovedì la vasta operazione interforze all'interno dell'area Funghi di via Bernina dove sono presenti diversi club e circoli privati.

L'operazione

Dalle 20 polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia locale e personale dell'Ulss, con il contributo del Reparto Prevenzione Crimine del Veneto, del II Reparto Mobile di Padova, del Battaglione dei carabinieri di Mestre e delle squadre Cio, hanno effettuato controlli amministrativi, finanziari e igienico sanitari nei circoli privati, identificando numerosi presenti e verificando la regolarità sul territorio nazionale. L'area è stata innanzitutto messa in sicurezza e in seguito le forze dell'ordine hanno cominciato con l'identificazione delle 60 persone presenti, tutte di nazionalità nigeriana. Di questi 9 erano senza documenti e quindi sono stati portati in Questura, 6 sono stati colpiti da un decreto di espulsione e altri 4 sono stati denunciati per inottemperanza all'ordine del Questore. I cinofili nel frattempo hanno sequestrato 88,80 grammi di marijuana, divisi in tre involucri e nascosti sotto a cinque furgoni parcheggiati tra il cortile interno e le immediate vicinanze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il controllo ai circoli privati

Mentre avvenivano le operazioni di identificazione e di sequestro della droga, la guardia di finanza, la polizia locale, la Squadra Amministrativa e i tecnici dell'Ulss hanno controllato la situazione all'interno dei circoli privati Maisha e Associazione Famiglia, mentre l'Associazione Congolese risultava chiusa. Il Maisha doveva essere chiuso per disinfestazione ma dentro erano presenti il presidente, tre soci e uno straniero irregolare (accompagnato in Questura): le fiamme gialle effettueranno ulteriori accertamenti per capire se il circolo  ha qualche finalità di lucro. Davanti all'Associazione Famiglia, invece, sedeva il resto degli stranieri identificati ad alcuni tavolini esterni. Guardia di finanza e polizia locale hanno verificato che mancava il registro dei soci, non venivano emessi scontrini e venivano venduti alcolici quindi hanno multato i circoli. Sono state inoltre accertate carenze igieniche nella conservazione degli alimenti (mancavano le etichette e le indicazioni che devono esserci per legge in materia di tracciabilità dei prodotti) per cui sono state sequestrate attrezzature e carne. Il titolare dell'Associazione Famiglia ha preso una multa di 6500 euro. Le forze dell'ordine sono entrate nei vari ambienti e hanno scoperto che alcuni di questi venivano utilizzati come abitazioni: anche qui ci saranno degli approfondimenti per capire se ci sono dei contratti di locazione regolari o meno. Inoltre, all'interno di una di queste stanze è stata trovata altra marijuana che è stata sequestrata.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento