rotate-mobile
Cronaca Loreggia

Maxi controllo della polizia locale: sale slot, sequestri di droga e armi

Cinque gli equipaggi messi in campo. Paolocci: «Tre sequestri di droga in un solo servizio non ci era mai successo, ma soprattutto il sequestro di un'arma»

Controlli serrati quelli nell’Alta padovana per verificare non solo il rispetto delle norme sul Green pass ma anche arrestare lo spaccio. In una serata sono state impegnate 5 pattuglie della polizia locale.

I controlli

Nella serata di mercoledì 22 dicembre il vice comandante Filippo Colombara ha diretto cinque pattuglie dei vigili a Loreggia, disposte sulle direttrici più frequentate. Sessanta i veicoli fermati e una settantina le persone identificate. Nel mirino anche una sala giochi pubblica dove i poliziotti hanno controllato il Green pass agli avventori e anche il rispetto delle fasce di interruzione del gioco. Due giovani provenienti da San Martino di Lupari e diretti a una partita di calcetto avevano dell’hashish: sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori. Nel centro di Loreggia, invece, altri due giovani a bordo di un’auto sono stati sorpresi con hashish e sotto la ruota di scorta tenevano una pistola semi automatica senza tappo rosso, in grado di sparare pallini di acciaio. Il conducente, un 20enne di Camposampiero, è stato denunciato per porto abusivo di armi. Il ragazzo ha riferito agli agenti che la usava come arma da scena ma non ha saputo spiegare perché la nascondeva sotto la ruota di scorta. 

Il comandante

«I risultati ottenuti dal nostro “pattuglione” a Loreggia ci hanno ampiamente ripagato dello sforzo fatto per mettere in strada ben 5 equipaggi – ha detto il comandante Antonio Paolocci – Tre sequestri di droga in un solo servizio non ci era mai successo, ma soprattutto il sequestro di un'arma che se è vero che poi è risultata un giocattolo, poteva facilmente essere impiegata per atti criminosi in quanto era impossibile da distinguere da una vera pistola. Abbiamo poi sanzionato un'altra sala giochi dove abbiamo trovato le slot machines in funzione nell'orario previsto per l'interruzione del gioco. Ed è la terza in meno di una settimana. Nell'occasione volevo sottolineare la professionalità dei nostri agenti, oramai in grado non solo di accertare le violazioni del codice della strada, ma anche di effettuare operazioni importanti in materia di stupefacenti ed armi. Questo anche grazie al lavoro che abbiamo fatto quest'anno per la formazione e l'addestramento, lavoro che sta dando ora i suoi risultati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi controllo della polizia locale: sale slot, sequestri di droga e armi

PadovaOggi è in caricamento