Coronavirus, scendono i reati: drastico calo dei furti, ma non di rapine e maltrattamenti

Il Viminale ha diffuso un report della Direzione centrale della polizia criminale con i dati dei reati tra l'1 e il 22 marzo rapportandoli allo stesso periodo dell'anno precedente

Le norme anti contagio e l'isolamento forzato in tutta Italia hanno comportato un fisiologico calo nel numero dei reati in genere. Se tutte le categorie sono contraddistinte dal segno meno, talune però vedono diminuzioni meno sensibili di altre, come nel caso delle rapine (specie in danno delle farmacie) e dei maltrattamenti in famiglia.

In Veneto

In Italia il Dipartimento della pubblica sicurezza ha calcolato che nel lasso di tempo in oggetto i reati sono passati dai 146.762 del 2019 ai 52.596 odierni (-64,2%). I dati pubblicati dal ministero dell'Intero vedono il maggiore decremento in Veneto e Lombardia, le prime regioni ad aver applicato le misure di isolamento. In particolare in Veneto dall'1 al 22 marzo i reati sono stati 3.221, il 68% in meno rispetto all'anno precedente. Le truffe e frodi informatiche sono passate da 1.103 a 432 (-60,8%), le rapine ai danni delle farmacie da 6 a 5 e i casi di maltrattamenti in famiglia da 58 a 42.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Italia

A livello nazionale i reati calati maggiormente in percentuale sono lo sfruttamento della prostituzione (-77%), i furti con destrezza (-75,8%), le rapine in uffici postali (-73,7%), i furti in abitazione (-72,5%), le violenze sessuali (-69%), i furti in genere (-67,4%). Il divario rispetto al 2019 è meno sensibile per quanto riguarda le rapine in generale (-54, 4%) e i crimini legati agli stupefacenti (-46%). Ulteriormente inferiore è il distacco in tema di maltrattamenti in famiglia, diminuiti del 43,6%. Le farmacie poi restano i bersagli più colpiti sia per i furti (-13,8%) che per le rapine (-24,6%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

  • Riceve per sbaglio oltre 5.000 euro, e non li restituisce: denunciato per appropriazione indebita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento