Coronavirus, Zaia: «Giovedì capiremo l'incidenza delle positività in relazione alle riaperture»

Spiega il Governatore del Veneto nel punto stampa odierno: «Spero di chiudere domani il tema delle terme per poi pensare a quello che manca ancora all’appello come ad esempio teatri, cinema e discoteche: auspico che per il 15 giugno sia tutto riaperto»

Luca Zaia nel corso del punto stampa odierno

«Siamo arrivati a quota 582.709 tamponi realizzati. Le persone in isolamento sono 2.619 mentre i positivi sono 19.086. I ricoverati sono 482, di cui 40 in terapia intensiva. I dimessi sono 3.269, mentre i morti sono 1.351 che salgono a 1.869 considerati anche quelli extra-ospedale. Si chiude la prima settimana di riaperture, giovedì vedremo se il mancato rispetto delle regole da parte di alcuni porterà alla risalita delle infezioni. Spero domani di chiudere il tema delle terme per poi pensare a quello che manca ancora all’appello come ad esempio teatri, cinema e discoteche. Spero che per il 15 giugno sia tutto riaperto. La diatriba Crisanti-Russo? Abbiamo dei cavalli di razza in squadra, e i cavalli di razza per natura scalciano ma spero che si possa trovare un punto di accordo»: queste le parole di Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto, nel corso del consueto punto stampa giornaliero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Perde il controllo della bicicletta e viene travolto da un'auto: morto ciclista padovano

  • Albignasego: filmano e deridono il professore in aula, sospesi quindici studenti

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Incendio in un'abitazione a Padova: residente in ospedale con ustioni e problemi respiratori

Torna su
PadovaOggi è in caricamento