Positiva dopo il viaggio di ritorno dal suo paese di origine: isolamento per dieci connazionali

Succede a Tribano dopo la positività riscontrata su una donna di origini moldave rientrata in Italia: in isolamento anche le dieci connazionali che vivono con lei

Nessun sintomo durante il viaggio di ritorno dal suo paese di origine, e neanche al suo arrivo nel Padovano. Due giorni dopo, però, ecco la febbre. E sia il tampone che il test sierologico ufficializzano la diagnosi: positiva al Coronavirus. Con tutte le conseguenze del caso: protagonista della vicenda una donna moldava residente a Tribano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

Tutto ha avuto inizio nella nottata tra domenica 28 e lunedì 29 giugno, e ha portato all'isolamento fiduciario delle dieci connazionali che convivono regolarmente con lei in un appartamento. E non è l'unica misura presa: dato che le suddette signore lavorano tutte come operaie in un'azienda agricola della zona il titolare ha provveduto a sanificare gli ambienti della sede di Conselve. Ora le conviventi verranno a loro volta sottoposte a tampone e test sierologico per accertare l'eventuale positività, e in ogni caso dovranno rimanere chiuse in casa fino al termine della quarantena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Frodi fiscali nelle importazioni di auto usate: sequestrati beni per 2 milioni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento