menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nel weekend gli Over 80 potranno vaccinarsi anche senza prenotazione: l'annuncio

Sono 3.300 i posti calendarizzati complessivamente tra sabato e domenica, corrispondenti alle dosi vaccinali disponibili. Le modalità di accesso alla vaccinazione sono due, alternative, e a scelta dell’utente

La volontà è di chiudere le vaccinazioni antiCovid19 degli ultraottantenni (nati nel 1941 o prima), deambulanti o trasportabili, entro domenica 18 aprile: per questo l’Ulss 6 Euganea riserva loro la priorità di vaccinazione nel week-end.

Vaccini

Sono 3.300 i posti calendarizzati complessivamente tra sabato e domenica, corrispondenti alle dosi vaccinali disponibili. Le modalità di accesso alla vaccinazione sono due, alternative, e a scelta dell’utente che:

  • potrà prenotarsi (o farsi prenotare grazie all’aiuto di familiari, farmacie, Comuni etc.), avendo così la certezza dell’orario di somministrazione della dose, a partire da oggi pomeriggio alle ore 18.00, al link https://vaccinicovid.regione.veneto.it/ulss6. Questa scelta è la più auspicabile per evitare possibili code!
  • potrà presentarsi ad accesso libero (cioè senza alcuna prenotazione) direttamente in una delle sedi vaccinali, seguendo la seguente modalità: il sabato viene riservato ai nati tra il 1 gennaio e il 30 giugno, la domenica è destinata ai nati tra il 1 luglio e il 31 dicembre, come da schema allegato. Chi si presenta ad accesso libero è invitato a munirsi di numero progressivo, che verrà fornito in ciascuna sede vaccinale, e ad aspettare il proprio turno.

Tabella Over 80-2

Ulss 6 Euganea

Afferma in merito Paolo Fortuna, direttore generale dell'Ulss 6 Euganea: «L’apertura ad accesso libero è una scommessa anche per noi, e ci auguriamo che venga ben utilizzata. La nostra volontà è di vaccinare tutti gli anziani, per poi poterci concentrare sui soggetti fragili e i disabili, continuando una campagna vaccinale che comunque è da tempo già iniziata anche per loro, penso ai fragili presi in carico dagli ospedali, o ai disabili ospiti dei Ceod. Colgo l’occasione per ringraziare i medici di medicina generale che già nei prossimi giorni, compatibilmente con la disponibilità di vaccini, inizieranno le somministrazioni agli anziani in ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) e non deambulanti, e le farmacie che stanno dando una mano ai nostri assistiti a prenotarsi. Ricordiamo che la disponibilità di vaccini rimane una variabile indipendente dalla volontà della Ulss 6 Euganea, variabile con la quale siamo costretti a confrontarci a cadenza settimanale e che ci impedisce di effettuare una programmazione a lungo raggio d’azione, fermo restando che stiamo garantendo sempre la somministrazione delle seconde dosi».

Non vaccinati

A consuntivo, i nominativi di tutti gli over80enni, nati nel 1941 o prima, deambulanti o trasportabili che non si saranno presentati o non avranno prenotato, quindi alla volta di domenica sera risulteranno non aver finora ricevuto il vaccino, come da anagrafica dell’Ulss 6, saranno segnalati ai medici di medicina generale e ai Sindaci dei rispettivi Comuni di residenza che a loro volta li contatteranno per verificare se la non vaccinazione è frutto di una scelta (ricordiamo che vaccinarsi è facoltativo) o è l’esito dell’impossibilità fisica di recarsi in un punto vaccinale, nel qual caso si procederà alla vaccinazione a domicilio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento