Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus, Zaia: «Il virus si è indebolito, ma la mascherina ci accompagnerà ancora per mesi»

Spiega il Governatore del Veneto nel punto stampa odierno: «Vi confermo che stiamo redigendo la prossima impegnativa ordinanza regionale che spero possa contenere tutti i punti per le riaperture generali il 15 giugno o al massimo per la fine di giugno»

Luca Zaia nel corso del punto stampa odierno

«Siamo arrivati a quota 729.633 tamponi realizzati. Le persone in isolamento sono 1.057, mentre i positivi sono 19.182. I ricoverati sono 323, di cui 16 in terapia intensiva. I dimessi sono 3.439, mentre i morti sono 1.398 che salgono a 1.949 considerati anche quelli extra-ospedale. Vi confermo che stiamo redigendo la prossima impegnativa ordinanza regionale che spero possa contenere tutti i punti per le riaperture generali il 15 giugno o al massimo per la fine di giugno. Sia chiaro che la mascherina ci accompagnerà ancora per mesi con le regole attuali. Oggi siamo nella fase della convivenza del virus, oggi ha difficoltà a saltare da una persona all'altra. Di questo virus si sa meno di quel che si dovrebbe sapere. Abbiamo già speso 200 milioni di euro per affrontare questa emergenza. La candidatura di Arturo Lorenzoni? Non ho niente da dire. L'università di Medicina a Treviso? Credo che sia un'impugnativa scappata di mano, più di qualche azzeccagarbugli giuridico che politico, ho parlato coi ministri Boccia e Speranza e si sono dimostrati comprensivi. Una simile impugnativa è ridicola, a me non me ne frega niente tanto che chiedo agli studenti di iscriversi regolarmente perché il corso di laurea di Medicina dell'Università di Padova a Treviso si farà»: queste le parole di Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto, nel corso del consueto punto stampa giornaliero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Zaia: «Il virus si è indebolito, ma la mascherina ci accompagnerà ancora per mesi»

PadovaOggi è in caricamento