menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Russo: «Nell'Alta Padovana scuole chiuse dalla seconda media in su da giovedì»

Spiega la dottoressa Francesca Russo nel consueto punto stampa odierno: «L'Alta Padovana ha un'incidenza di 272 positività su 100mila: per questa zona vogliamo applicare la didattica a distanza al 100%, all'incirca da giovedì»

Queste le dichiarazioni rilasciate da Luca Zaia nel corso del consueto punto stampa quotidiano: «Abbiamo avuto una lunghissima conferenza con tutti i direttori generali della sanità veneta, e la situazione è di preoccupazione. Abbiamo tre province con una curva di crescita impostata: Padova, Treviso e Verona. Abbiamo deciso di uscire con un nuovo piano di sanità pubblica rispetto alla gestione ospedaliera. Abbiamo l'obbligo di pensare ancora ai Covid Hospital e qualora ci fosse la necessità di ridurre alcune attività ospedaliere per fare spazio ai team di cura che si concentreranno nelle Malattie Intensive, nelle Pneuomologie e nelle Terapie Intensive. Mettiamo fieno in cascina come se stesse per arrivare il brutto tempo, siamo pronti ad affrontare eventuali turbolenze in volo. Le scuole? I ragazzi non sono degli untori, ma l'andamento della curva segue la riapertura delle scuole. Ora ci vogliono più giorni per arrivare alla negativizzazione dei pazienti. Vaccini? È arrivata l'autorizzazione a inoculare l'AstraZeneca anche agli over 65. Passaporto vaccinale? Ci stiamo lavorando».

Francesca Russo

Queste le dichiarazioni rilasciate dalla dottoressa Francesca Russo nel corso del consueto punto stampa quotidiano: «La chiusura delle scuole? È legata all'incidenza di casi nella popolazione. Stiamo controllando in maniera quotidiana e precisa l'incidenza nella popolazione a livello subregionale anche come provincia, come Ulss e come singolo distretto. Alcuni distretti presentano un'incidenza superiore a 250 su 100mila, questo comporta delle misure puntuali e localizzate che vogliono evitare un provvedimento estremo che potrebbe essere la chiusura di tutte le scuole. Ci sono tre realtà che presentano questa incidenza: l'Alta Padovana, che ha un'incidenza di 272 su 100mila, poi abbiamo il distretto di Asolo con 268 su 100mila e il Veneto Orientale con 302 su 100mila. Per queste zone vogliamo applicare la didattica a distanza per le scuole dalla seconda media in su, non da domani mattina perché ci rendiamo conto che questo tipo di comunicazione non può cogliere impreparati gli studenti e le famiglie ma daremo il tempo di 24-48 ore perché poi parta questo tipo di provvedimento, all'incirca giovedì»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento