Cronaca

Coronavirus, Zaia: «Indignatevi se qualcuno non rispetta le regole»

Spiega il Governatore del Veneto nel punto stampa giornaliero: «La messa in sicurezza dei cittadini viene prima di tutto, perché ci vorrà tempo per tornare alla normalità»

«Buona Pasqua a tutti. Siamo arrivati a 198.567 tamponi effettuati. Siamo all’ottavo o nono giorno in cui i dimessi superano i ricoverati. L’emergenza non è affatto chiusa, domani firmiamo la nuova ordinanza regionale e non possiamo anticiparvi nulla perché stiamo facendo ulteriori verifiche. Sono molto preoccupato che qualcuno pensi che è già finita, ma conto nel senso di responsabilità dei veneti. Ci vorrà tempo per tornare alla normalità, e quindi la messa in sicurezza dei cittadini viene prima di tutto. Se i veneti non avessero rispettato le regole noi avremmo dati decisamente diversi, ma non è questo il momento di abbassare la guardia. Indignatevi se qualcuno non rispetta le regole. La sperimentazione dei farmaci sta andando bene, sembra che il mix di farmaci funzioni. Vi do un dato che rende l’idea dell’emergenza: all’ospedale di Padova sono passati dai 950 camici utilizzati al mese a 4.500 al giorno»: queste le parole di Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, nel consueto punto stampa giornaliero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Zaia: «Indignatevi se qualcuno non rispetta le regole»

PadovaOggi è in caricamento