Cronaca

Coronavirus, Zaia: «Non trovo più un tabù parlare dell'eliminazione del coprifuoco»

Spiega il Governatore del Veneto nel consueto punto stampa odierno: «Domani verranno messi a disposizione altri 80mila posti per gli Over 40, l'invito è di occuparli perché altrimenti apriamo ulteriormente al resto della popolazione»

Queste le dichiarazioni rilasciate da Luca Zaia nel corso del consueto punto stampa quotidiano: «Sono ore cruciali perché c'è la riunione della cabina di regia su coprifuoco e ristorazione all'interno ma anche alle piscine coperte. Buttare il cuore oltre l'ostacolo? A giudicare dai dati credo abbia senso accompagnare questo processo di riaperture, il che significa mettere mano al coprifuoco e cominciare ad allentare un po' di più, anche perché un minimo di collaudo sul campo è già stato fatto. Penso ci siano i presupposti per fare un ragionamento che sia più di disponibilità rispetto a quello che sono le attività umane. Non trovo più un tabù parlare dell'eliminazione del coprifuoco. Chi aveva fatto previsioni catastrofiche dopo le riaperture del 26 aprile è stato sbugiardato. I vaccini? La fascia 70/79 è arrivata all'83,7%, la fascia 60/69 è al 78% tra vaccinati e prenotati, la fascia 50/59 è già al 65% tra vaccinati e prenotati mentre i 40/49 sono al 41% ma stiamo parlando di due giorni di prenotazioni. Domani per la settimana dal 9 al 16 giugno verranno messi a disposizione altri 80mila posti, l'invito è di occuparli perché se non li occupano apriamo ulteriormente al resto della popolazione. Ci mancano vaccini: mediamente nelle prossime settimane riceveremo circa 200mila dosi a settimana, ma sono comunque pochi perché potremmo esaurirli nel giro di due giorni. Faremo una circolare in cui il richiamo potrebbe anche essere anticipato di una settimana rispetto ai 42 giorni previsti»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Zaia: «Non trovo più un tabù parlare dell'eliminazione del coprifuoco»

PadovaOggi è in caricamento