Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Coronavirus, Zaia: «Didattica in presenza al 100%? Non ci sono abbastanza bus»

Spiega il Governatore del Veneto nel consueto punto stampa odierno: «Riaperti anche i bar e ristoranti che hanno solo lo spazio al chiuso? So che se ne sta parlando»

Queste le dichiarazioni rilasciate da Luca Zaia nel corso del consueto punto stampa quotidiano: «Lunedì 26 dovrebbero arrivare 50.000 Pfizer in più. Dal 26 riaprono le prime attività, ci vuole massima attenzione ma anche buon senso. Bisogna che da Roma mettano mano al tema delle scuole e dei trasporti: noi abbiamo 2.700 mezzi schierati per 24mila corse per un'apertura al 50% in Dad e il 50% di riempimento dei mezzi, e abbiamo dovuto 500 bus di privati per riuscire a malapena a gestire questa situazione. Portando la didattica in presenza al 100% ma con i bus al 50% voi capite che bisognerebbe come minimo raddoppiare la dotazione, ma non ci sono i mezzi per farlo quindi spero che il Governo faccia qualcosa in merito. Nessuno vuole chiudere le scuole, tutte le Regioni hanno deciso di voler correre questo rischio ma non ci sono i mezzi sul mercato quindi o bisogna ridurre di un po' la presenza o renderla facoltativa o pensare allo scaglionamento degli orari di ingresso. Va trovata una soluzione che sia rispettosa degli aspetti sanitari e che sia sostenibile da un punto di vista pratico. Riaperti anche i bar e ristoranti che hanno solo lo spazio al chiuso? So che se ne sta parlando. Finché non si finisce un target non andiamo ad aggredirne un altro»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Zaia: «Didattica in presenza al 100%? Non ci sono abbastanza bus»

PadovaOggi è in caricamento