menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Zaia: «Spero vivamente che il nuovo decreto sia poi seguito più avanti da uno correttivo»

Spiega il Governatore del Veneto nel consueto punto stampa odierno: «Spero che sia oggetto di un tagliando pensando che a maggio possa aprirsi un nuovo scenario e che quindi le incongruenze che ancora oggi sono visibili possano risolversi»

Queste le dichiarazioni rilasciate da Luca Zaia nel corso del consueto punto stampa quotidiano: «Avete visto che il decreto è stato approvato: la speranza è l'ultima a morire, quindi spero che sia oggetto di un tagliando pensando che a maggio possa aprirsi un nuovo scenario e che quindi le incongruenze che ancora oggi sono visibili possano risolversi. La misura dei ristoranti al chiuso che possono aprire solo dal primo giugno non ha nessun senso, così come non ha alcun senso che si autorizzi lo sport amatoriale dal 26 aprile e che invece le palestre stiano chiuse fino al primo giugno. Vorrei considerare questo decreto come una "fase di assestamento", spero vivamente che sia poi seguito da un decreto correttivo per aggiustare il tiro e buttare ancor di più il cuore oltre l'ostacolo. Il Veneto torna in giallo? I dati dicono questo. »

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento