Coronavirus, Zaia: «In vigore una nuova ordinanza regionale con cui togliamo ulteriori restrizioni»

Spiega il Governatore del Veneto nel consueto punto stampa giornaliero: «Consentiamo la vendita di cibo da asporto direttamente sul posto ma non la consumazione. Aperti anche i cimiteri»

Luca Zaia nel consueto punto stampa giornaliero

«Siamo arrivati a 296.296 tamponi effettuati. I positivi sono 17.229, 348 in più per il massiccio impiego di tamponi. I ricoverati sono 1.289 di cui 130 in terapia intensiva. I dimessi sono 2.372, 56 in più rispetto a ieri, mentre i morti in ospedale sono 1.026 e con gli extra-ospedale salgono a 1.244. Oggi presentiamo a sorpresa un'ordinanza in vigore dalle ore 15 di oggi in cui siamo andati con lucidità a raschiare il fondo del barile togliendo ulteriori restrizioni, ma non venga letta come se tutto fosse finito e potessimo andare in piazza a fare festa. Con il primo punto viene consentita la vendita di cibo da asporto con prenotazione telefonica o online ove possibile, con ingressi dilazionati e spazi esterni di attesa, il che vuol dire che sarà possibile andare ad esempio a comprare il gelato in una gelateria o un panino o tramezzino in un bar ma non di consumarlo sul posto e sempre e solo nel proprio Comune di residenza. Nel secondo punto viene revocata la disposizione restrittiva per i negozi che vendono articoli per bambini nonché cartolerie e librerie, che quindi potranno restare aperti tutta la settimana. Sono consentiti poi i lavori per le opere pubbliche non per codici Ateco ma per categorie nonché i lavori sul patrimonio edilizio esistente. Viene consentita poi la coltivazione degli orti urbani e comunali e la vendita dei prodotti florovivaistici anche nelle fiorerie. Consentiamo, inoltre, l'accesso nei cimiteri nel rispetto dell'obbligo di distanziamento: in realtà noi non li abbiamo mai chiusi, a farlo sono state le amministrazioni comunali a cui chiedo di mettersi una mano sul cuore perché le persone vogliono andare a piangere i propri cari estinti. Per quanto riguarda le scuole siamo dell'idea che la riapertura delle aziende dovrà essere accompagnata da un sostegno alle famiglie per la gestione dei minori. Anche Coldiretti mette a disposizione 301 fattorie didattiche. I parchi? Se avessi potuto li avrei riaperti, ma non dipende da noi ma dal Governo. Non vogliamo giocare a guardie e ladri, ci vuole buon senso. Anziani in casa? Non lo trovo corretto»: queste le parole di Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, nel consueto punto stampa giornaliero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • I cani da adottare a Padova: tutti i cuccioli da accogliere in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento