Cronaca

Coronavirus, Zaia: «A me non piace che chi parla di autonomia sia ritenuto poco italiano»

Spiega il Governatore del Veneto nel punto stampa odierno: «Magari qualcuno si è offeso perché ho detto che l'italianità non passa solo per lo sventolio del tricolore ma anche per il sostegno della Costituzione, che prevede l'autonomia: non mi sembra una frase offensiva, la ripeterei mille volte»

Luca Zaia nel corso del punto stampa odierno

«Siamo arrivati a quota 907.633 tamponi effettuati. Le persone in isolamento sono 727, mentre i positivi sono 19.257. I ricoverati sono 192, dei quali 11 in terapia intensiva. I dimessi sono 3.577. I deceduti in ospedale sono 1.426, che salgono a 2.006 considerati quelli extra-ospedale. Resta sempre viva la preoccupazione per la reinfezione, vedete che in giro per l'Europa ci sono nuovi focolai. Faccio un appello per lo "spazio intelligente": cerchiamo di scegliere le spiagge meno affollate e più distanti dal centro della località balneare e quindi più libere. Ai giovani dico di stare attenti perché c'è il rischio che il Covid faccia ancora male. Siamo pronti a livello sanitario in attesa di un'eventuale reinfezione. Le polemiche politiche? Ognuno ha i suoi "must", magari qualcuno si è offeso perché ho detto che l'italianità non passa solo per lo sventolio del tricolore ma anche per il sostegno della Costituzione, che prevede l'autonomia: non mi sembra una frase offensiva, la ripeterei mille volte. A me non piace che chi parla di autonomia sia ritenuto poco italiano e chi parla di tricolore sia considerato italiano al 100%. Non stiamo creando le basi per correre da soli, assolutamente no. Nuove ordinanze? Ci stiamo lavorando, sono complicate. Lancio una sfida al mondo scientifico: sarebbe bello che quando dice qualcosa ci dicesse anche cosa fare»: queste le parole di Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto, nel corso del consueto punto stampa giornaliero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Zaia: «A me non piace che chi parla di autonomia sia ritenuto poco italiano»

PadovaOggi è in caricamento