Cronaca

Coronavirus, Zaia: «L'Rt è di 0,86 quindi il Veneto rimane in zona gialla»

Spiega il Governatore del Veneto nel consueto punto stampa odierno: «Le curve stanno calando, ma spero che non si abbassi la guardia perché qualche assembramento da spritz purtroppo lo si vede in giro. Ora spingiamo forte sulle vaccinazioni»

Queste le dichiarazioni rilasciate da Luca Zaia nel corso del consueto punto stampa quotidiano: «Le curve stanno calando, ma spero che non si abbassi la guardia perché qualche assembramento da spritz purtroppo lo si vede in giro. Ora spingiamo forte con le vaccinazioni, perché più veloci andiamo e prima ne usciamo. Ieri sono state prenotate 100mila prime dosi, ma ci sono ancora 64mila posti liberi quindi prenotatevi. Se corriamo così possiamo anche pensare di portare i 40enni a essere vaccinati prima dell'estate. Siamo la prima Regione italiana per vaccinazioni. Le inchieste delle Procure sui tamponi rapidi? Noi abbiamo semplicemente aderito alle indicazioni dei tecnici rispetto a una diagnostica per lo screening che è utilizzata a livello nazionale e mondiale: se poi qualcuno metterà nero su bianco che questa diagnostica ha delle performance rispetto a quelle reali allora a questo punto ci sarà un problema rispetto al produttore. Chiarezza sul caso-Report? Martedì porterò in Commissione in aula consiliare a porte aperte sette-otto tecnici che spiegheranno tutto per filo e per segno. Il Veneto rimarrà in zona gialla, l'Rt è di 0,86 ma non c'è da fare festa perché se si arriva all'1 si torna in zona arancione»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Zaia: «L'Rt è di 0,86 quindi il Veneto rimane in zona gialla»

PadovaOggi è in caricamento