menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

Spiega il Governatore del Veneto nel punto stampa odierno: «Tra gli 8 positivi c'è una coppia di Selvazzano Dentro di 80 e 65 anni con il marito ricoverato nel reparto di malattie infettive e un 39enne di Padova anch'esso ricoverato»

«Siamo arrivati a quota 958.434 tamponi effettuati. Le persone in isolamento sono 746, mentre i positivi sono 19.286. I ricoverati sono 192, dei quali 10 in terapia intensiva. I dimessi sono 3.583. I deceduti in ospedale sono 1.427, che salgono a 2.012 considerati quelli extra-ospedale. Noi continuiamo ad avere la preoccupazione per la reinfezione, tanto che oggi abbiamo 5 ricoverati in più, 35 persone in isolamento in più e 8 positivi in più. Tra gli 8 positivi c'è una coppia di Selvazzano Dentro di 80 e 65 anni con il marito ricoverato nel reparto di malattie infettive e un 39enne di Padova anch'esso ricoverato nel reparto di malattie infettive. La sanità del Veneto ha riconsegnato la macchina tagliandata dopo oltre tre mesi di lotta, ma sappiate che per me questi indicatori non sono buoni. Attenzione, perché lo sport nazionale di non portare più la mascherina, di viverla come la sfida quotidiana contro l'autorità che ti impone il suo utilizzo o il divieto di assembramento può farci tornare nella tempesta mettendoci nei guai. Siamo davanti a una bestia terribile, ha dei comportamenti incomprensibili. Qui c'è poco da scherzare, è la fase della convivenza ma non è più la fase 2 ma è la fase "limbo" perché possiamo andare avanti o indietro. Bisogna aprire un piccolo "warning", magari sarà inutile ma ho l'obbligo dell'obiettività. Non voglio diffondere allarmismi ma semplicemente dire ai cittadini di fare attenzione. Nessuno di noi ha alibi, tra i nuovi positivi c'è anche una mamma di 23 anni con il figlio di 3 mesi quindi non sono tranquillo. Non possiamo rivendicare libertà se poi non riusciamo a rispettare delle regole minimali. Se torna la reinfezione torna in maniera pesante, ricordatevelo»: queste le parole di Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto, nel corso del consueto punto stampa giornaliero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento