rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Ospedali / Via Nicolò Giustiniani

Corso per badanti gettonato: il 56% sono italiani, molti i disoccupati

Successo di adesioni, 194 quelle accolte su oltre il doppio di richieste, per l'ottava edizione del corso gratuito di assistenza a domicilio per anziani: 12 incontri per un totale di 42 ore al policlinico universitario

Un'occasione per apprendere un bagaglio di informazioni utili per prendersi cura dei proprio familiari che necessitano di assistenza domiciliare o per reimmettersi sul mercato del lavoro con una nuova qualifica sempre più ricercata, quella di badante. Queste le principali ragioni che hanno spinto 194 persone - ma le domande di iscrizione ricevute sono state oltre il doppio - a partecipare all'ottava edizione del corso gratuito intitolato "L'arte di assistere a domicilio gli anziani" per badanti, familiari, assistenti domestici e volontari, organizzato dalla Clinica geriatrica dell'Ulss 16.

IDENTIKIT DEGLI ISCRITTI. L'avvio sabato scorso, nell'aula "Vesalio" del policlinico universitario in via Giustiniani a Padova. 12 gli incontri che si tengono di sabato mattina, per un totale di 42 ore, fino al 7 giugno. I corsisti sono per il 56% italiani (109) e per il 44% di altre 22 nazionalità, con prevalenza di rumeni 17% (32) e di moldavi 7% (13). In preponderanza i corsisti sono donne 89%, maschi il restante 11%. L'età media degli iscritti è di 51 anni, il corsista piu anziano è del 1951 quello più giovane del 1996. Nei 194 iscritti sono compresi  anche 17 studenti di classe quarta del corso diurno e 8 studenti di classe terza del corso serale dell'Istituto "Leonardo da Vinci", indirizzo socio-sanitario.

SPACCATO DELLA SOCIETÀ PADOVANA. "Aver conosciuto e ascoltato le persone che si sono iscritte ci ha permesso di avere uno spaccato della situazione socio-economica della realtà padovana - riferisce il medico geriatra Valter Giantin - Il 90% degli iscritti sperano che il corso sia un'occasione per approfondire le conoscenze socio-sanitarie utili per assistere gli anziani ma anche una chance in più per trovare un lavoro nell'assistenza. Abbiamo conosciuto storie di grande umanità, solidarietà e dignità. Molte signore ci hanno raccontato come si siano trovate dall'oggi al domani senza lavoro, qualcuna contemporaneamente al marito".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso per badanti gettonato: il 56% sono italiani, molti i disoccupati

PadovaOggi è in caricamento