Cronaca

Il CSV imbarca dieci ragazzi su Nave Italia

I 10 ragazzi e ragazze padovani in partenza per un centro estivo straordinario con Nave Italia sono stati accolti questa mattina al Porto di Civitavecchia dalla Ministra per le disabilità Erika Stefani 

Per il terzo anno consecutivo il Centro Servizio Volontariato di Padova e Rovigo, con Fondazione Tender to Nave Italia offre ad un gruppo di giovanissimi la possibilità di vivere un’esperienza straordinaria a bordo del brigantino Nave Italia condotto da un equipaggio della Marina Militare, con l’obiettivo di approfondire la conoscenza del mondo del volontariato e promuovere la crescita personale attraverso la vita di mare e la navigazione.

Navigazione

Durante la navigazione – da Civitavecchia a Gaeta - i partecipanti diventeranno a tutti gli effetti parte dell’equipaggio di Nave Italia e saranno quindi coinvolti nelle diverse attività legate alla navigazione e alla cura della nave. Oltre a queste attività, verranno proposti ai ragazzi momenti formativi per lo sviluppo di competenze sociali e relazionali e l’approfondimento della conoscenza del mondo del volontariato. I partecipanti in totale sono 10 minori, 6 maschi e 4 femmine con un’età media di 15 anni, accompagnati da due professionisti del CSV: Mario Polisciano, psicologo dei contesti educativi e Ilaria Ferraro, project manager.

Comunità

I ragazzi e le ragazze sono stati preparati a vivere questa esperienza con due incontri precedenti alla partenza, dove hanno potuto conoscersi e condividere le motivazioni e le aspettative di questa esperienza. I partecipanti vivono in un contesto familiare e sociale non ordinario, in alcuni casi con un passato difficile. Parte dei giovani che si sono imbarcati sono accolti nelle comunità gestite da Associazione Mimosa, Associazione Welcome e Aniel, alcuni sono alunni che frequentano il programma contro la dispersione scolastica “Ricomincio da tre” del CPIA - Centro Provinciale per l'Istruzione degli adulti - o sono giovani attivi nel mondo del volontariato.

Ministero

La ministra per le disabilità Erika Stefani, nel suo saluto, ha affermato: “Per me è un onore ed è un grandissimo piacere essere per due ore parte di questo fantastico progetto. È un grande progetto perché nel momento in cui si sale a bordo, ognuno acquista un ruolo. E, come nella vita, ognuno di noi deve far valere quelle che sono le sue potenzialità e non le sue difficoltà. E’ questo il grande messaggio che si vuole dare con il progetto Nave Italia e con le iniziative della Fondazione che per tutta l’estate offre esperienze a gruppi di bambini e ragazzi spesso considerati “fragili”. Grazie al mio ruolo ho la possibilità di venire a contatto con queste progettualità che mettono in luce la parte migliore di ciascuno di noi. Sono iniziative che mostrano grande entusiasmo, grande forza, enorme solidarietà e capacità di stare insieme. E questo anno di sofferenza non può che non insegnarci che dobbiamo costruire un mondo diverso dove l’interesse della collettività deve essere l’esaltazione delle potenzialità di ciascuno».

CSV

Emanuele Alecci, presidente del CSV di Padova e Rovigo  ha così commentato: «Come avvenuto nelle precedenti esperienze siamo certi che l’esperienza renderà i ragazzi e le ragazze più forti di quanto già non siano e li potrà avvicinare ulteriormente al mondo del volontariato. Ringrazio Fondazione Tender to Nave Italia per questa bellissima opportunità, l'Ammiraglio Lazio e il Comandante della Capitaneria di porto di Civitavecchia capitano di vascello Francesco Tomas che hanno accolto questa mattina i ragazzi insieme alla Ministra e al Sottosegretario. Un ringraziamento particolare inoltre ci tengo a farlo all’Ulss 6 Euganea che ha offerto gratuitamente il tampone Covid a tutti i ragazzi prima della partenza, per un’esperienza in completa sicurezza».

ammiraglio_sottosegretario_ministra-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il CSV imbarca dieci ragazzi su Nave Italia

PadovaOggi è in caricamento