rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Cuneo verde Iris, "sì al grande parco": la speranza per i comitati dello stop al cemento

L’annuncio dato dal vicesindaco Lorenzoni sull’imminente conclusione della trattativa per lo stop alle nuove costruzioni nell’area verde in zona parco Iris, dà speranza ai comitati che si battono contro la lottizzazione dell’area

La prudenza è d’obbligo, specie quando si tratta di commentare una vicenda in cui per anni le promesse fatte sono state sempre disattese, ma l’annuncio dato dal Vicesindaco Lorenzoni sull’imminente conclusione della trattativa per lo stop alle nuove costruzioni nell’area verde in zona parco Iris, dà speranza ai comitati che si battono contro la lottizzazione dell’area. “Se fosse vero – commenta Mario Zoratti, del Comitato Iris - avremmo raggiunto l’obbiettivo per il quale ci battiamo da più di un decennio: fermare la cementificazione e creare un vero, grande parco urbano.”

Le trattative in corso

“Abbiamo chiesto al Comune un incontro per approfondire il nuovo disegno, ma in effetti le dichiarazioni rilasciate in questi giorni dal Vicesindaco e dai rappresentanti dei proprietari, lasciano finalmente intravvedere un nuovo scenario per la salvaguardia del verde e della sicurezza idraulica della zona - commenta Ernesto Ginestri portavoce del Comitato - anche se è doveroso ricordare che per il momento è ancora in vigore il piano che consente ai privati di costruire, sul quale pende un ricorso al TAR presentato da Legambiente ed alcuni residenti.” Oltre allo stop al piano di perequazione da 25.000 metri cubi ad est dell’Iris, in una recente assemblea pubblica il Vicesindaco ha dichiarato che esistono trattative in corso per scongiurare anche l’edificazione dei 9.000 metri cubi previsti da Bitonci ad ovest del parco con l’accordo A021. “Contro questa cementificazione a pochi metri dall’area giochi – dichiara Luciano Frigo del Comitato Noi la Terra, un Bene comune – abbiamo proposto l’alternativa degli orti civici e siamo riusciti a bloccare per il momento l’avvio del cantiere, grazie anche alla sensibilità dimostrata dalla fondazione proprietaria di una delle aree. Esprimiamo apprezzamento per gli sforzi dell’Amministrazione Comunale e ci auguriamo che portino in breve alla destinazione verde pubblico e ad orti civici di quest’area, per un miglioramento della qualità della vita e delle relazioni sociali nella città.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuneo verde Iris, "sì al grande parco": la speranza per i comitati dello stop al cemento

PadovaOggi è in caricamento