Curtarolo: parte il nuovo sistema di raccolta rifiuti

Al via da agosto il nuovo regolamento per il conferimento di secco non riciclabile, vetro, carta e umido

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Chiusi gli Etra point, tutto è pronto per l'avvio del nuovo servizio di raccolta rifiuti: dal primo agosto è obbligatorio utilizzare i nuovi contenitori, bidoni carrellati da 120 litri, per il secco non riciclabile, la carta e cartone, il vetro e un contenitore da 25 litri per l'umido.
Il conferimento di plastica e metalli rimane invariato. Il rifiuto verde e ramaglie continua a poter essere conferito al Centro di raccolta oppure raccolto a domicilio a pagamento.

Il contenitore per il secco è dotato di microchip, che consente di registrare il numero di svuotamenti e quindi la quantità di rifiuto prodotta. In questo modo sarà possibile realizzare una tariffa sempre più commisurata alla produzione di rifiuti in linea con quanto previsto dalla normativa in vigore.
Dal 1° ottobre 2016, la parte variabile della tariffa rifiuti per le famiglie sarà calcolata non solo in base al numero dei componenti del nucleo familiare, come fatto finora, ma anche tenendo conto del numero di svuotamenti. Nella tariffa base sarà compreso un determinato numero di svuotamenti annui, rapportato al numero dei componenti e per ogni svuotamento aggiuntivo verranno addebitati 3 euro.
Per ottimizzare il numero di svuotamenti si consiglia di esporre il contenitore solo quando è pieno. Differenziando al massimo e in modo corretto, il contenitore si riempirà più lentamente e potrà essere esposto per lo svuotamento solo una volta ogni tanto.
In caso di anziani non autosufficienti, disabili e bambini fino a tre anni, il servizio può essere mantenuto settimanale, facendone richiesta, attraverso il modulo pubblicato anche sul sito di Etra www.etraspa.it, senza addebiti per gli svuotamenti aggiuntivi.
I mezzi per la raccolta del secco passeranno ogni due settimane per tutte le utenze, domestiche e non domestiche, come riportato nel calendario fornito con il contenitore.

Non ci sono modifiche nelle frequenze e nei giorni di raccolta per le altre tipologie di rifiuti, i cittadini dovranno continuare a esporre secondo il calendario.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento