rotate-mobile
Cronaca

Il Cus Padova basket in carrozzina lancia una raccolta fondi online

È partita la raccolta fondi on-line della squadra di basket in carrozzina del CUS Padova, che punta ad acquistare nuove carrozzine sportive. Forte il sostegno del mondo del basket professionistico: campioni di serie A come Andrea De Nicolao della Grissin Bon di Reggio Emilia hanno messo all'asta magliette e polo autografate a sostegno del progetto.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

È partita la campagna di raccolta fondi della squadra di basket in carrozzina del CUS Padova, che appoggiandosi alla piattaforma di crowdfunding online Triboom punta a finanziare l'acquisto di due nuove carrozzine specifiche per il basket e di altre attrezzature.

Alla campagna, chiamata "Dream Big", ha aderito con entusiasmo anche Andrea De Nicolao, playmaker della squadra di Serie A Grissin Bon Reggio Emilia e originario di Camposampiero (PD), che dopo aver conosciuto i ragazzi del CUS Padova Bioimis si è voluto allenare con loro e ha reclutato compagni di squadra del calibro di Pietro Aradori, Rimantas Kaukenas, Achille Polonara e Darjus Lavrinovic, che a loro volta hanno donato alla causa scarpe, canotte e altro materiale autografato che verrà messo all'asta.

"La squadra è nata nel 2007 con lo scopo di avviare al basket studenti universitari di Padova e delle province limitrofe." Dice Davide Brotto, giocatore e dal 2010 anche allenatore del CUS Padova Bioimis. "Inizialmente fungeva anche da vivaio per le nazionali under 23, mentre oggi lo scopo è quello di introdurre all'attività sportiva i nostri atleti, siano essi studenti o meno, e di condurli alla piena realizzazione dentro e fuori dal campo."

"La nostra è una squadra giovane, che mira a far crescere i propri giocatori.Molti dei nostri sono alla loro prima esperienza con questo sport, e le attrezzature sono imprescindibili in un'attività come la nostra." Aggiunge Chiara Coltri, studentessa di Scienze Politiche nonché capitano della squadra e della Nazionale Italiana Femminile, con la quale ha da poco disputato i Campionati Europei a Worchester, in Inghilterra. "Le carrozzine che utilizziamo per giocare sono delle carrozzine sportive molto costose, ed hanno bisogno di una continua manutenzione. Per questo chiediamo una mano a tutti, per continuare a sognare in grande tutti insieme!"

Anche il Magnifico Rettore dell'Università di Padova, Rosario Rizzuto, supporta la campagna. "Per l'Università di Padova lo sport è un momento di aggregazione molto importante - dice Rizzuto - Il Basket in carrozzina del CUS è un grande progetto di inclusione, che permette di superare la disabilità in un momento di sport. L'invito a partecipare alla raccolta fondi è quindi forte e deciso."

La campagna è online da oggi su https://www.triboom.com/cuspadovabasketincarrozzina/. Con un'offerta base di 10€ sarà possibile aggiudicarsi un video di ringraziamento da parte della squadra, mentre il merchandising del CUS verrà assegnato alle offerte tra i 30 e i 70€. Diversamente, i premi messi a disposizione da De Nicolao e compagni verranno aggiudicati di volta in volta al miglior offerente, con basi d'asta che partiranno dai 50€.

Video di presentazione della campagna: https://youtu.be/ZgWFFBqWtcw

Video intervista con il capitano della squadra Chiara Coltri, il Rettore dell'Università di Padova Rosario Rizzuto e il Presidente del CUS Padova Roberto Zanovello: https://youtu.be/Q59htjttjMc

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cus Padova basket in carrozzina lancia una raccolta fondi online

PadovaOggi è in caricamento