Da ottobre nuovi quiz patente b

Molte le novità introdotte: dai rimorchi ai provvedimenti disciplinari sulle patenti. Aumentano gli argomenti ma la procedura d'esame resterà invariata

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Anche Padova - a partire dal mese di ottobre 2013 - scatteranno i nuovi quiz per la patente. 750 le affermazioni rinnovate od introdotte in aggiunta a quelle già esistenti. Il database con tutte le risposte vere e false è pronto ed è già stato possibile "spulciare" le novità. Anzitutto le domande sui documenti di guida riguarderanno la patente B dell'autovettura, la A del motociclo (come già avveniva fino ad oggi), ma con l'aggiunta della nuova B1 e domande sulla patente BE (per la guida di autovetture con rimorchio). Dei rimorchi vi saranno domande su gli organi di frenatura, rapporti di traino, sistemazione del carico e comportamento su strada. Non solo: le domande sulle parti meccaniche non riguarderanno solo l'autovettura, ma anche il motociclo, con affermazioni specifiche del comportamento su strada dei veicoli a due ruote. Dopo qualche anno di "stand by" tornano in versione aggiornata le domande sui provvedimenti disciplinari riguardanti le patenti di guida: da ottobre i nuovi allievi dovranno rispondere correttamente in merito ai provvedimenti di revisione, sospensione, ritiro e revoca della patente di guida, affrontando le diverse casistiche. «Dal prossimo autunno sicuramente l'esame a quiz sarà più completo rispetto ad ora - dice Alessandro Bazzani, titolare dell'autoscuola Accademia di Padova - e questo a vantaggio della sicurezza. Nonostante ad oggi non siano ancora oggetto di domande, è giusto spiegare agli allievi il comportamento delle moto e dei rimorchi. L'idea per il futuro è quella di snellire gli esami orali delle patenti superiori, ossia autocarri e autobus, trasformando l'esame orale della patente BE in quiz scritto da integrare alla B».
Tra le altre novità riguardanti i prossimi quiz, ci sarà l'introduzione di un paio di segnali inerenti le gallerie e domande sull'abbigliamento protettivo dei motociclisti (casco, guanti, scarpe, giacche). A quanto pare - però - la procedura d'esame dovrebbe rimanere invariata rispetto ad ora, con 40 affermazioni e massimo 4 errori consentiti. Una cosa è certa: la preparazione per i nuovi conducenti sarà sempre più approfondita. «Finalmente è finito il tempo del "pressapochismo" alla guida - conclude Bazzani - perché l'Italia sta recependo tutte le indicazioni contenute della Terza Direttiva Europea e che sta portando il nostro paese ad adeguarsi ad una linea chiara: solo chi sa bene le regole può superare un esame teorico e pratico».
Torna su
PadovaOggi è in caricamento