Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Dalla Corte Costituzionale un "monito" alla politica: «Una legge per i bambini figli di genitori dello stesso sesso»

La Corte costituzionale in assenza di leggi che regolamentino queste situazioni non ha preso posizione sulla richiesta di una mamma padovana di poter vedere le figlie avute con la sua ex compagna

«Speravo in una sentenza diversa, sono molto delusa, la Corte costituzionale avrebbe potuto dare una spinta all’esecutivo, speravo che si mettessero una mano sul cuore». La Corte costituzionale non ha preso posizione sulla richiesta di una mamma padovana di poter vedere le figlie avute con la sua ex compagna. Da qui la delusione. Stessa sorte è toccata ai due papà gay veronesi che chiedono di veder riconosciuto il loro bambino che hanno avuto da una mamma surrogata. Ricorso respinto in entrambi i casi ma solo le motivazioni della sentenza spiegheranno bene come si è arrivati a questa decisione. 

Senza regole

Ma le questioni a cui la Corte è sottoposta, è tenuta a risponderne la politica, perché di fatto la materia non è regolamentata e il mondo intanto va avanti. I giudici hanno così esortato a fare in fretta: «In assenza di una disciplina applicabile al caso concreto, la Corte ha ritenuto di non intervenire ed ha rivolto un forte monito al legislatore affinché individui urgentemente le forme più idonee di tutela dei minori, anche alla luce delle fonti internazionali».

Monito

Per l’avvocato Schuster che si sta occupando dei due casi, «quando c’è un monito, si può commentare solo davanti al testo della sentenza. Solo così si capirà quanto impellente è il monito, quanto fortemente la Corte costituzionale denuncia l’urgenza di tutelare questi affetti e questi bambini. È stato fatto un passo avanti importante: per la dignità di queste famiglie e dei loro bambini. C’è solo da sperare che sia sufficiente per risolvere già oggi le situazioni più drammatiche che la vita, senza volerlo, ci consegna».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Corte Costituzionale un "monito" alla politica: «Una legge per i bambini figli di genitori dello stesso sesso»

PadovaOggi è in caricamento