menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Daspo urbano per due parcheggiatori abusivi a Camposampiero: è la prima volta per la Federazione

I due stranieri sono noti per stazionare nei parcheggi dell'area attorno all'ospedale civile di via Cosma, dove in più occasioni hanno preteso soldi da chi posteggiava

Per la prima volta a Camposampiero è stato disposto il "daspo urbano" per i parcheggiatori abusivi. I due, entrambi di origini nigeriane e con diversi precedenti, sono noti per stazionare nei parcheggi dell'area attorno all'ospedale civile di via Cosma, dove in più occasioni hanno preteso soldi da chi posteggiava.

Daspo urbano

Gli accertamenti degli agenti della terza Unità Operativa, specializzati negli interventi di sicurezza urbana, coordinati direttamente dal Vice Comandante Colombara, hanno consentito anche grazie ad una attività info-investigativa con riprese fotografiche e video di applicare la misura del così detto daspo urbano che prevede l'obbligo per i due parcheggiatori abusivi di allontanamento dai parcheggi dove svolgono la loro attività illecita e il divieto di accedervi per un periodo di 48 ore. Nel caso di recidiva, il questore può disporre un ulteriore divieto di accesso alle stesse o più zone per un periodo fino a 12 mesi. I due stranieri, uno domiciliato a Camposampiero ed uno a Santa Giustina in Colle, erano già più volte stati sanzionati ed allontanati per la loro attività abusiva, ma ogni volta tornavano al loro posto "di lavoro". Uno dei due, in base alle modifiche apportate dai pacchetti sicurezza, è stato anche denunciato all'autorità giudiziaria perché recidivo. L'incasso della mattinata, diversi euro in monete, è stato sequestrato dagli agenti. Il daspo urbano è stato disposto sulla base del decreto legge sulla Sicurezza Urbana del 2017 e grazie alla recente approvazione del nuovo regolamento di Polizia Urbana da parte del Comune di Camposampiero, che ha individuato nell'intero centro abitato le aree urbane dove poter applicare l'ordine di allontanamento, in particolare in tutte le aree pubbliche destinate a parcheggio o a verde pubblico, ed ha permesso così l'intervento degli agenti della Federazione.

Soddisfazione

Molto soddisfatto il Comandante Paolocci, che in prima persona ha redatto il nuovo regolamento di Polizia urbana: “«Il nuovo regolamento contiene 100 articoli e sostituisce il precedente, oramai datato. Un aggiornamento alla realtà del terzo millennio, con attualizzazioni resesi necessarie alla luce delle evoluzioni intervenute nei comportamenti sociali e nei modi in cui i cittadini e le attività vivono gli spazi pubblici. L’obiettivo è anche garantire la massima efficacia possibile con nuovi strumenti di prevenzione e repressione. Un lavoro che abbiamo iniziato oggi con questi due primi provvedimenti, e che dovrà essere portato avanti nel tempo, insieme all'aggiornamento tecnologico del Comando che stiamo già effettuando».

Territorio sicuro

Il Presidente Canella sottolinea: «Il Camposampierese deve essere un territorio sicuro e controllato e lo dimostrano i fatti come questo, dove si è applicato il pugno di ferro per tutelare la sicurezza dei cittadini. Un plauso alla costante e proficua presenza della nostra Polizia Locale, incessantemente impegnata sul territorio in molti versanti, dalla gestione dell’emergenza Covid, alla sicurezza stradale, alle sicurezza urbana. I risultati ottenuti ci lusingano e ci spronano a continuare il percorso di miglioramento e innovazione per favorire una sempre più incisiva attività nel territorio. Siamo all’alba di una grande rivoluzione che vedrà il nostro Comando proiettarsi nell’era della digitalizzazione con la dotazione di ciascun agente di apparecchiature tecnologiche che permetteranno di essere sempre collegati e operativi grazie ad un importante investimento che presto sveleremo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento