Cronaca Camposampiero

Parcheggiatori abusivi di fronte all'Ospedale dell'Alta: arrivano i Daspo da parte della polizia locale

I due uomini sono tra i più assidui abusivi della zona, sempre alla ricerca di compensi facili, tanto che per uno di loro le prime multe risalgono addirittura al 2014

Due nuovi Daspo urbani a posteggiatori abusivi che molestano quotidianamente visitatori e pazienti dell'Ospedale di via Cosma a Camposampiero: a sventolare i "cartellini rossi" ai due uomini di origine nigeriana sono stati gli agenti della Polizia locale della Federazione.

Daspo urbano

I due uomini sono tra i più assidui abusivi della zona, sempre alla ricerca di compensi facili, tanto che per uno di loro le prime multe risalgono addirittura al 2014. In seguito alla coppia sono stati contestati vari verbali con sanzioni da 700 euro mai pagati né opposti, e quindi divenuti titoli esecutivi. Sono scattate poi anche le denunce penali, ma nonostante ciò hanno proseguito la loro attività di parcheggiatori abusivi, rimediando un primo ordine di allontanamento all'inizio di quest'anno. Così questa volta, oltre alla sanzione di 100 euro, i due sono stati raggiunti da un secondo ordine di allontanamento, valido 48 ore, come prevede la normativa del cosiddetto “Daspo Urbano” dell'ultimo decreto sicurezza del 2020. Se i due verranno trovati in questo lasso di tempo ancora nelle vicinanze del parcheggio, verranno segnalati al Questore di Padova. Quest'ultimo, in caso che dalla loro condotta ritenga possa derivare pericolo per la sicurezza pubblica, ha la facoltà di disporre il divieto di accesso alle aree indicate per un periodo massimo di 12 mesi. Chi non osserva il divieto imposto dal Questore, subisce l'arresto fino ad un anno.

Parcheggiatori abusivi

La presenza dei parcheggiatori abusivi si manifesta soprattutto il mercoledì mattina, giorno di mercato, quando i parcheggi si riempono già nelle prime ore della mattinata. I due si suddividono l'area, dell'Ospedale: uno si piazza in via Cosma e l'altro si sposta nella vicina Riviera San Marco, dietro la locale parrocchia. Il Comandante Paolocci ha così predisposto dei servizi straordinari di controlli, con gli uomini del Reparto Sicurezza Urbana. Gli interventi della polizia locale si sono fatti più frequenti, anche in abiti borghesi e con auto civetta, per individuare gli abusivi. Gli agenti hanno avuto disposizioni anche di sorvegliare la zona della stazione ferroviaria, al fine di contenere altre situazioni di disagio. Pattuglie appiedate hanno cominciato a controllare il sottopasso pedonale già alle 7 della mattina. «Proprio per il luogo interessato - ha dichiarato il Comandante Paolocci - le molestie dei parcheggiatori abusivi sono particolarmente fastidiose, perché insistenti e perché dirette anche e soprattutto a donne e anziani, o comunque verso persone in stato di fragilità, causando quindi un senso di insicurezza e timore. Per questo abbiamo predisposto una presenza più costante. La prossima settimana, dal primo giugno, entreranno in servizio tre nuovi agenti a rinforzare il nostro organico. Stiamo investendo molto sulle nuove tecnologie ma non dobbiamo dimenticare che le risorse umane sono sempre e comunque al primo posto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggiatori abusivi di fronte all'Ospedale dell'Alta: arrivano i Daspo da parte della polizia locale

PadovaOggi è in caricamento