Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

Nella giornata di giovedì i decessi sono avvenuti nella casa di riposo di Merlara, in quella di Monselice e all'ospedale di Schiavonia. Nessun decesso in città

Anche giovedì la provincia di Padova ha fatto la conta dei morti con Covid-19. Quattro le persone anziane che non ce l'hanno fatta.

Chi ci ha lasciato

Nella casa di riposo di Merlarla è mancata Maria Meneghinello, novantacinquenne di Sant’Urbano, mamma di tre figli che da alcuni anni vivieva alla Scarmignan. Al Centro Servizi per Anziani di Monselice è morta Dolores Iole Venturotti che lascia il marito Mario e tre figli. Soffriva di varie patologie. In ospedale a Schiavonia è poi deceduto Antonio Turato di 68 anni, una morte relativamente “giovane” la sua che ha destato ansia e preoccupazione in paese. L’uomo aveva lavorato come muratore, era sposavo e aveva due figli. Era noto anche per avere l’incarico di custode a Villa Marin ad Arre. Originario di Candiana era ricoverato da una quindicina di giorni e le sue condizioni sono precipitate nelle ultime ore. Nello stesso nosocomio non ce l’ha fatta anche un uomo di 79 anni originario di Campodarsego, le cui generalità non sono state rese note per volere dei familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Perde il controllo della bicicletta e viene travolto da un'auto: morto ciclista padovano

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Incendio in un'abitazione a Padova: residente in ospedale con ustioni e problemi respiratori

Torna su
PadovaOggi è in caricamento