rotate-mobile
Cronaca Fontaniva

Incendiata e distrutta dalle fiamme la capanna sul fiume Brenta meta di nudisti

L'episodio nelle scorse ore: la costruzione fatiscente, demolita due volte, era meta di naturisti e omosessuali. Duro il commento di Alessandro Zan del Partito democratico: "Violenza paranoica"

Incendiata dopo che era stata demolita dalle autorità due volte, la capanna sul fiume Brenta in zona Fontaniva, meta di naturisti e della comunità omosessuale.

SEGNALAZIONI. La capanna nelle scorse settimane era stata segnalata da alcuni cittadini che, in riva alla Brenta per trascorrere qualche ora in famiglia, avevano notato la presenza di nudisti nei pressi della struttura fatiscente. La denuncia aveva quindi attivato i controlli da parte della polizia locale e due agenti erano stati aggrediti proprio durante il loro servizio di vigilanza. Provvedimenti erano stati annunciati dal primo cittadino di Fontaniva Lorenzo Piotto che in quell'occasione aveva dichiarato: "È un luogo frequentato da famiglie e minori, non è un campo nudisti ed è innammissibile tollerare atteggiamenti e comportamenti poco rispettosi dello stesso ambiente, della civile convivenza e del decoro, tantomeno se questi si traducono in aggressioni a danno di chi quotidianamente lavora per la sicurezza dei cittadini e invita al rispetto di norme che intendono garantire i diritti di ciascuno". Dopo la seconda demolizione, l'incendio che l'ha distrutta completamente.

ZAN. Duro il commento di Alessandro Zan del Partito Democratico che su Twitter chiama in causa l'omofobia: "Distrutta la capanna sul Brenta: la violenza paranoica degli omofobi quando la comunità lgbt vive libera #fontaniva". L'amministrazione dal canto suo ha più volte ricordato le sanzioni per chi trasgredisce il pubblico decoro: atti osceni commessi con dolo 10mila euro, atti osceni commessi con colpa 102 euro e atti contrari alla pubblica decenza 3.333,33 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiata e distrutta dalle fiamme la capanna sul fiume Brenta meta di nudisti

PadovaOggi è in caricamento