Maxi blitz nel covo degli abusivi: appartamenti fatiscenti e stracolmi di irregolari

Oltre cento gli stranieri identificati nella retata nella Torre Belvedere, che pullula di appartamenti dove vengono ospitati clandestini e piccoli delinquenti

Una fase della retata

Il controllo è scattato alle 6 di martedì e ha impiegato più di 70 uomini della questura, della guardia di finanza e della polizia locale. A segnalare numerose situazioni di irregolarità sono stati residenti e titolari di negozi all'interno del complesso.

Denunce ed espulsioni

Il grattacielo davanti alla stazione è noto per la presenza di affittacamere abusivi, che trasformano i propri alloggi in ricoveri di fortuna, ospitando abusivamente clandestini e criminali. Dodici gli appartamenti controllati, in alcuni dei quali erano stati ricavati fino a 26 posti letto in precarie condizioni igieniche, oltre che fuori dal rispetto delle norme amministrative. Sono 117 gli stranieri identificati, 80 cinesi e 37 pakistani. Di questi, 17 erano privi di documenti e l'Ufficio immigrazione ha avviato nei loro confronti le pratiche per l'espulsione oltre a essere stati denunciati. Stessa sorte per tre affittuari anch'essi cinesi, accusati di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina perché ospitavano irregolari chiedendo a ciascuno fino a 20 euro al giorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Irregolarità

Oltre alla verifica dei documenti di tutte le persone all'interno, massima attenzione è stata posta sui contratti di locazione e sugli aspetti di sicurezza e standard igienici. Tre appartamenti avevano impianti elettrici e del gas fuori norma e altamente pericolosi, pertanto al termine delle verifiche il tecnico del Settore sicurezza del Comune ha trasmesso a Palazzo Moroni la documentazione per imporre a proprietari e affittuari l'adeguamento degli alloggi. Proseguono gli accertamenti con la collaborazione della finanza per accertare tutte le irregolarità amministrative e tributarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento