Scovato il presunto pedofilo: adescò un bambino, e non sarebbe la prima volta

Un giovane dell'hinterland padovano è stato denunciato mercoledì mattina dai carabinieri che indagavano sul caso segnalato dalla madre di un bimbo di 9 anni adescato in strada domenica

(foto: archivio)

Avrebbe il nome e il volto di un giovane padovano residente in provincia il pedofilo che domenica pomeriggio aveva cercato di convincere un minorenne a salire sulla sua auto e praticare atti sessuali.

La denuncia

Mercoledì mattina, a meno di tre giorni dal fatto, i carabinieri della stazione di Padova Principale hanno formalizzato una denuncia per adescamento di minore nei confronti di un 27enne che risiede nell'hinterland del capoluogo. Decisiva per risalire a lui si è rivelata la precisa descrizione fornita dalla madre della vittima sia riguardo la persona che circa il veicolo su cui avrebbe provato ad attirare il piccolo. Tracciando le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza pubblici e privati gli inquirenti hanno trovato la Fiat utlilizzata dal giovane, individuandola domenica pomeriggio a Salboro e seguendola nei successivi spostamenti. Sono inoltre stati sentiti numerosi abitanti della zona di Salboro per capire se qualcuno avesse notato qualche dettaglio utile all'indagine. Il 27enne risulta già pregiudicato per reati analoghi commessi fuori dal territorio della provincia di Padova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

L'episodio risale al primo pomeriggio di domenica, quando un bambino di 9 anni residente con la famiglia a Salboro si era precipitato dalla madre raccontando di essere stato avvicinato da uno sconosciuto. Il piccolo ha ricostruito l'accaduto, spiegando di essere stato fermato in strada, a pochi metri da casa, da un ragazzo a bordo di un'utilitaria che gli aveva proposto di salire a bordo e di toccargli le parti intime. La donna dopo aver sporto querela ai carabinieri aveva pubblicato una foto del figlio e la descrizione del presunto adescatore sui social network generando un'ondata di condivisioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento