menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto: archivio)

(foto: archivio)

Promette all'amica di farle da autista, invece sparisce con l'auto e fa incetta di multe

Un giovane italiano deve rispondere di appropriazione indebita e guida con patente revocata per essersi impossessato del veicolo di una conoscente. É incappato in un posto di blocco

Ha viaggiato per settimane con un'automobile che non gli apparteneva, facendo recapitare alla proprietaria un'impressionante quantità di multe e guidando senza nemmeno la patente. Si è conclusa con una denuncia la lunga e grave bravata di un 28enne di Albignasego, fermato lunedì sera dalla polizia.

Il posto di blocco

La storia viene a galla nel corso di un controllo dell Squadra volante alla Guizza. Intercettano un Volkswagen Caddy, a bordo c'è il giovane albignaghese. Gli chiedono i documenti e come prima cosa si scopre che la patente gli è stata revocata. A ciò si aggiunge la scomoda verità che emerge da un controllo del veicolo: non appartiene al padovano, ma a una donna di Chioggia che ha sporto denuncia perché il ragazzo si era indebitamente appropriato del suo veicolo.

La vicenda

Per lui scatta la doppia denuncia, l'auto viene sequestrata in attesa della restituzione e il resto della vicenda lo racconta la stessa vittima. Non potendo guidare per un certo periodo, aveva concesso all'amico 28enne di usare la sua Volkswagen ma soltanto per assisterla e accompagnarla qualora avesse bisogno di spostarsi. Lui invece l'aveva fatta propria, sparendo. Non solo, in poche settimane ha racimolato una quantità di multe per le più disparate infrazioni, tra cui molteplici accessi alla Ztl di Padova per cui il veicolo non era autorizzato. Sanzioni salate, che sono arrivate tutte alla legale proprietaria del Caddy.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento