Minaccia di morte la giovanissima ex per tornare insieme: non potrà più avvicinarla

Un ventisettenne del capoluogo è stato denunciato e colpito da un divieto di avvicinamento nei confronti della ex compagna, che si è rivolta alla polizia per fermarlo

(foto: archivio)

Mesi di pedinamenti, contatti ossessivi, fino ad arrivare alle minacce di morte. Tutto per convincerla, o meglio costringerla, a riallacciare i rapporti. Si è conclusa con una denuncia la storia di stalking che ha coinvolto due ventenni padovani.

Lo stalking

Il calvario della vittima, una giovane donna che vive nel capoluogo, è cominciato durante la scorsa estate. Qualche settimana prima la ragazza aveva troncato una storia d'amore con un 27enne, di origine moldava ma anch'egli residente a Padova. Lei non aveva alcuna intenzione di tornare sui suoi passi, ma per lui quella rottura era impossibile da accettare. Ha così cominciato a perseguitarla, presentandosi a casa sua, sul posto di lavoro, piombando nei locali che lei frequentava con amici. E poi telefonate, messaggi, pedinamenti ovunque andasse. Al culmine dell'escalation di stalking è arrivato a minacciarla di morte se non fosse tornata a stare con lui.

I provvedimenti

A quel punto la ragazza ha chiesto aiuto alla Squadra mobile della questura, raccontando nel dettaglio le decine di molestie subite. Molestie che hanno trovato riscontro nelle indagini attivate dalla polizia, che mercoledì ha notificato al 27enne (le cui generalità non vengono divulgate per salvaguardare la privacy della vittima ndr) una denuncia per atti persecutori e un divieto di avvicinamento. Secondo il provvedimento l'uomo non potrà più avvicinare la ex fidanzata, né frequentare gli stessi i luoghi e contattarla in alcun modo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Maxi-incendio ad Albignasego: a fuoco l'ex In Bloom, una persona intossicata

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • Tamponi rapidi, salgono a trenta le farmacie padovane aderenti all'iniziativa: l'elenco completo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento