Titolare d'azienda denunciato per abbandono di rifiuti tossici, si temono danni all'ambiente

L'imprenditore aveva creato una discarica di materiali pericolosi tra i campi e le proprie stalle, contravvenendo alla normativa sullo smaltimento. Ora rischia pesanti sanzioni

Il titolare di una nota azienda zootecnica di San Giorgio in Bosco si liberava dei rifiuti, anche tossici, nelle aree circostanti abbandonandoli tra i campi e vicino alle stalle. Oltre a una pesante multa dovrà rispondere anche degli eventuali danni ambientali.

Il rinvenimento

I carabinieri del reparto forestale di Cittadella, nel corso di un normale controllo in materia di benessere degli animali, hanno scoperto una vera e propria discarica nelle vicinanze di un'azienda dell'Alta Padovana. Hanno così rinvenuto un'enorme quantità di rifiuti pericolosi, depositati direttamente sul terreno senza alcuna protezione dal titolare, che ha ammesso le proprie responsabilità.

I materiali pericolosi

Tra i numerosi rifiuti sequestrati sono stati trovati diversi flaconi ormai vuoti, che contenevano sostanze tossiche e pericolose per l'ambiente e per la salute di persone e animali. Erano inoltre presenti bidoni semiaperti con residui di prodotti e farmaci a uso veterinario e imballaggi vari, tutto materiale usato dall'azienda per le normali profilassi zootecniche.

Schermata 2018-03-13 alle 12.58.16-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini

La normativa vigente prevede che chi produce rifiuti li raggruppi in modo da evitare ogni rischio di contaminazione ambientale e li smaltisca entro un anno. Grazie al controllo del registro di carico e scarico dei rifiuti e del registro dei trattamenti veterinari eseguiti dall'azienda, i militari hanno scoperto che gli scarti, inizialmente spacciati come deposito temporaneo, giacevano invece in stato di totale abbandono da molto tempo. Il titolare dovrà provvedere al ripristino delle aree e alla verifica degli eventuali effetti dannosi provocati, oltre a incorrere in pesanti sanzioni e contestazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

  • Riceve per sbaglio oltre 5.000 euro, e non li restituisce: denunciato per appropriazione indebita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento