menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'accesso del centro commerciale Le Centurie

L'accesso del centro commerciale Le Centurie

Sfonda la sbarra d'accesso al centro commerciale: rintracciato dopo la fuga

Un trentenne è stato denunciato per danneggiamento due settimane dopo aver abbattuto la recinzione de Le Centurie. Incidente o gesto volontario, la causa resta sconosciuta

Che abbia commesso un errore e sia fuggito sperando di non pagarne le conseguenze, o che per qualche ignoto motivo abbia agito di proposito, ha oggi un nome e un volto il responsabile dell'abbattimento di una delle sbarre del parcheggio del centro commerciale Le Centurie.

Il danno

I militari di Camposampiero lo cercavano dalla mattina del 30 novembre, quando erano intervenuti al polo commerciale di San Giorgio delle Pertiche dopo che un veicolo, alle 6, aveva sfondato una delle sbarre meccaniche che regolano l'ingresso nell'area di sosta esterna. A quell'ora il centro era chiuso e di conseguenza l'asta era abbassata. Bianca e arancione con segnali luminosi, nonostante il buio doveva essere ben visibile. Eppure le immagini della videosorveglianza avevano immortalato una Opel con un uomo al volante piombare sulla transenna ammaccandola pesantemente. Subito dopo l'utilitaria aveva ingranato la retromarcia sparendo.

Le indagini

Quelle immagini fissate dagli occhi elettronici si sono però rivelate fondamentali per risalire al guidatore. Una volta estrapolati i frame che ne inquadravano il viso, grazie a una serie di confronti incrociati e al fotoriconoscimento i carabinieri sono arrivati fino al Trentino. Vive infatti a Ledro il 30enne cileno responsabile dell'incidente, che lunedì ha ricevuto la notifica della denuncia per danneggiamento. Con tutta probabilità sarà tenuto a risarcire il centro commerciale, mentre gli inquirenti stanno lavorando per tentare di chiarire il motivo di quell'atto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento