menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto: archivio)

(foto: archivio)

Si presentano per sequestrare le armi, in casa spunta anche un fucile illegale

Un padovano oltre ad aver perso i requisiti per la detenzione dei suoi fucili si è anche visto denunciare. Aveva in casa una doppietta ereditata dal padre, che non aveva mai dichiarato

Non solo ha perso i fucili da caccia che per anni ha avuto in casa, ma deve anche fare i conti con l'accusa di detenzione abusiva di armi. Il tutto per un fucile che sarebbe appartenuto al padre.

Il controllo e il curioso ritrovamento

A vedersi denunciare è il 49enne M.A. di Camposampiero, che martedì mattina ha ricevuto nella sua abitazione una visita dei carabinieri. Il controllo è nato dopo che l'uomo ha perso i requisiti per poter detenere delle armi. Appassionato cacciatore, per lungo tempo ha infatti regolarmente posseduto una serie di fucili, ma recentemente è stato dichiarato non più idoneo alla loro conservazione. I militari sono quindi arrivati nel suo appartamento per sequestrarli, ma oltre a quelli catalogati è comparsa anche una vecchia doppietta calibro 12 ad avancarica. Per giustificarsi il 49enne ha detto di averla ereditata dal padre, cosa che però non ha migliorato la sua situazione. Da un rapido controllo è infatti emerso che nemmeno il genitore avesse mai dichiarato il possesso del fucile, rendendolo di fatto un'arma detenuta illegalmente. L'uomo è quindi stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento