rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Tagliavano le orecchie a cani di razza per fini estetici: denunciati un veterinario e quattro allevatori

Indagato un padovano, che effettuava tale pratica nonostante fosse vietata per legge da anni

Una pratica vietata. Ma c'è chi ancora la esegue. Salvo, poi, venire scoperto e punito: le indagini condotte dai Nas hanno portato alla denuncia di un veterinario di Padova e quattro allevatori di cani di razza "dogo argentino" che, a vario titolo, hanno concorso a richiedere ed effettuare il taglio delle orecchie su tre cani per scopi puramente estetici.

LE INDAGINI

Il Nucleo di Padova e quello di Pescara hanno collaborato effettuando ispezioni in diversi allevamenti di Pescara e Teramo. Dagli accertamenti è emerso anche che l’ambulatorio veterinario padovano era sprovvisto di autorizzazione sanitaria e che gli interventi di conchectomia venivano giustificati con falsi certificati medici.

"VERA E PROPRIA MUTILAZIONE"

“Ancora un caso di malasanità veterinaria, con medici che dovrebbero pensare al benessere degli animali e invece si piegano a queste pratiche per pura avidità”, commenta Piera Rosati, presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. “Tagliare le orecchie o la coda a un cane per meri motivi estetici è una vera e propria mutilazione, vietata da ormai molti anni in Italia. Vorrei poter dire di essere sorpresa ma purtroppo non è così; ci sono ancora tantissimi casi di questo genere in tutto il Paese, soprattutto a danno dei molossoidi, e un veterinario compiacente si trova sempre. Ben vengano quindi le indagini e le denunce in tal senso”. Lndc si unisce alla denuncia già presentata dai Carabinieri per maltrattamento ai sensi dell’art. 544-ter che prevede la reclusione da 3 a 18 mesi o la multa da 5.000 a 30.000 euro. “Auspichiamo una sentenza esemplare che faccia capire ai proprietari di cani che questi ultimi non sono oggetti da modificare a nostro piacimento in base a presunti gusti ‘estetici’. Allo stesso tempo è ora che i veterinari capiscano qual è il loro vero ruolo e cioè curare gli animali, non mutilarli”, conclude Rosati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliavano le orecchie a cani di razza per fini estetici: denunciati un veterinario e quattro allevatori

PadovaOggi è in caricamento