Il gomito alzato costa caro agli automobilisti: con lo scooter travolge l'auto dei rangers

Doppia denuncia per guida in stato di ebbrezza nei confronti di due uomini dell'Alta Padovana. Uno ha bruciato un semaforo, l'altro ha causato un incidente rimanendo ferito

(foto: archivio)

Sono state fortunatamente limitate le conseguenze della guida spericolata di due uomini, causata in entrambi i casi dall'abuso di alcol prima di mettersi al volante.

Incurante del semaforo

Era sabato pomeriggio quando i carabinieri hanno notato a Piazzola sul Brenta una Smart che nonostante il semaforo rosso non aveva accennato a fermarsi. Da parte del guidatore nemmeno un cenno di frenata: ha attraversato l'incrocio nonostante l'arrivo degli altri veicoli, che sono riusciti a scansarlo. Quando hanno fermato l'auto, i militari hanno trovato al volante un 65enne, sottoposto ad alcoltest. Lo strumento ha dato esito positivo, notificando che l'uomo aveva un tasso alcolemico nel sangue pari a 0,96 g/l. Oltre alla denuncia, gli è stata ritirata la patente.

Incidente in piena notte

La stessa cosa è accaduta a un 34enne, protagonista di un incidente stradale all'1.30 di domenica 30 giugno. Quella sera l'uomo percorreva via Duca degli Abruzzi a Grantorto in sella al suo scooter quando ha tamponato l'auto di servizio usata dai dipendenti del servizio di vigilanza Rangers. Ad avere la peggio era stato il 34enne, finito all'ospedale di Cittadella con qualche graffio. Vista la dinamica dello scontro nei suoi confronti sono stati disposti gli esami clinici sul sangue, che hanno confermato come l'uomo avesse un tasso alcolemico di 1,86 g/l quasi quattro volte oltre il limite. A poco più di un mese dall'incidente è stato quindi denunciato e gli è stato ritirato il patentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di canone Telepass gratuito per chi risiede a Padova e provincia: l'iniziativa

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento