Guidatori alticci, bici rubate e scenate all'ospedale: i controlli straordinari in provincia

I carabinieri della compagnia di Abano Terme hanno allestito una serie di verifiche intensive denunciando tre persone. Una quarta è stata deferita dai colleghi di Legnaro

(foto: archivio)

É di tre uomini denunciati il bilancio del servizio straordinario organizzato tra la tarda serata e la notte di domenica dai militari nella zona delle Terme. Nel Piovese è scattato un quarto provvedimento.

Bicicletta rubata

Le accuse contestate sono le più varie: dalla guida in stato d'ebbrezza alla ricettazione, fino alle minacce. Per diverse ore gli uomini dell'Arma sono stati impegnati tra domenica e lunedì nel pattugliare il territorio fra il capoluogo e i colli Euganei, concentrandosi in particolare sulle principali arterie stradali e sui centri abitati. S.I., 28enne di origine romena ma residente a Padova è stato denunciato per ricettazione poiché è stato fermato in sella a una bicicletta rubata, risultata appartenere a un 47enne marocchino e di conseguenza sequestrata.

Alticci al volante

Un 44enne nativo della Moldavia è invece incappato in un posto di blocco mentre si trovava alla guida della sua automobile. Sottoposto ad alcoltest, ha fatto registrare un tasso alcolemico di 1,95 g/l (quasi quattro volte oltre il consentito) ed è quindi stato denunciato per guida in stato d'ebbrezza mentre la patente gli è stata ritirata. Stessa sorte per un 36enne di Monselice fermato a Saonara dai carabinieri di Legnaro, che aveva nel sangue un tasso alcolemico di 1,79 g/l.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tentata aggressione al pronto soccorso

L'ultima denuncia elevata dai militari di Abano Terme ha colpito il 28enne Z.D., pregiudicato residente a Cadoneghe. Il giovane era stato accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale della cittadina termale, dove però ha perso la calma scagliandosi contro i carabinieri che ha minacciato e tentato di aggredire fisicamente. Pur senza ferire nessuno la denuncia per minaccia e violenza a pubblico ufficiale è stata per lui inevitabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento