menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le fasi del controllo da parte della Polstrada

Le fasi del controllo da parte della Polstrada

Guida il tir in autostrada ubriaco e senza patente: stangato dopo una sfilza di infrazioni

Un cinquantanovenne straniero è stato denunciato e multato in seguito a un controllo della polizia stradale al casello Padova Est. Riavrà il veicolo dopo aver pagato le sanzioni

Una denuncia per guida in stato d'ebbrezza e una sanzione complessiva di quasi 800 euro. Sono quanto viene contestato dalla Polstrada a un 59enne romeno, incappato mercoledì sera in un controllo stradale.

Il controllo

Lunga la lista di infrazioni commesse dallo straniero che guidava con la patente scaduta, senza aver rispettato gli obblighi di riposo e con un tasso alcolemico di 2,23 grammi litro quando per gli autisti professionali il limite tassativo è zero. A intercettarlo e fermarlo in prossimità del casello Padova Est sono stati mercoledì sera gli agenti della polizia stradale, che alle 19.30 hanno fatto accostare lungo la A4 il mezzo pesante con targa romena. L'imponente camion, provvisto di rimorchio e semirimorchio, era guidato da un uomo anch'egli proveniente dalla Romania, che da subito ha mostrato i segni dell'abuso di alcol.

Denuncia e multe

Dopo aver verificato che la sua patente di guida era scaduta, lo hanno invitato a raggiungere l'auto di servizio per sottoporlo all'alcoltest. Lo stato confusionale, l'andatura incerta e l'alito pesante avevano già fatto temere che avesse alzato il gomito. Elemento ben presto suffragato dall'etilometro che ha segnato 2,23 g/l portando A.M. alla denuncia. Oltre al ritiro della patente e alla perdita di dieci punti, il romeno è anche stato multato perché era alla guida da molte ore. Molte più di quelle consentite per legge, poiché non aveva rispettato i riposi obbligatori. Il totale delle sanzioni ammontava a 760 euro, che l'autista ha però rifiutato di pagare in loco. Il camion è quindi finito sotto fermo amministrativo e verrà restituito solo al saldo del dovuto. A recuperarlo, evitando ulteriori pericoli per gli altri automobilisti, è stato un carroattrezzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento