In strada nel cuore della notte con due biciclette e una tronchese: scatta la denuncia

Un trentaquattrenne straniero è stato denunciato all'alba di giovedì dopo essere stato scoperto con due velocipedi e un arnese da scasso nel corso di un controllo della polizia

(foto: archivio)

Un avvistamento sospetto ha portato alla denuncia del 34enne algerino M.Z. che alle prime ore di giovedì viaggiava lungo le strade della Stanga con ben due biciclette e una tronchese.

Le biciclette e la tronchese

Una volante della polizia lo ha notato alle 4 del mattino in via San Marco mentre pedalava in sella a uno dei due mezzi trascinando l'altro per il manubrio. Non bastasse, il nordafricano aveva in spalla uno zaino, da cui fuoriusciva ben visibile l'estremità di una tronchese. Elementi che hanno inevitabilmente fatto pensare a un ladro di biciclette e hanno spinto gli agenti a fermarlo e trasferirlo in questura. Sia le due ruote che l'arnese sono stati sequestrati e sono ora in corso indagini per capire se si trattasse davvero di proventi di furto. M.Z. non ha sputo dare una giustificazione valida su cosa stesse facendo e dove si fosse procurato le bici, pertanto è stato denunciato per furto aggravato e possesso di oggetti atti ad
offendere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricercato

É invece finito nel carcere minorile di Treviso il 18enne tunisino Ghassem Ferchichi, noto spacciatore e già più volte fermato anche per vari furti. Il ragazzo è incappato in un controllo poco prima delle 2 lungo via Pizzolo all'Arcella e, da una rapida verifica in banca dati, si è scoperto che non sarebbe dovuto essere lì. Qualche mese fa, all'epoca dell'ultimo arresto, era stato affidato a una comunità da cui si era però allontanato facendo perdere le sue tracce. Ne era derivata una segnalazione al tribunale dei minori di Venezia, che il 25 gennaio ha deciso di inasprire la pena nei suoi confronti emettendo un ordine di carcerazione. Dopo essere stato identificato e una volta informata l'autorità giudiziaria Ferchichi è quindi stato trasferito nel penitenziario della Marca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento