«Vogliamo donare questi soldi alla parrocchia». E invece le rubano la collana in chiesa: coppia nei guai

È successo a Grantorto: la donna è stata avvicinata nel piazzale della chiesa da un uomo e una donna, che con la scusa dell'offerta sono riusciti a distrarla sfilandole il collier

La chiesa di Grantorto

Sembrava una coppia per bene. E invece si sono rivelati dei ladri: i carabinieri di Gazzo hanno denunciato per furto con destrezza V.O., uomo 59enne nato in Francia, e H.L., donna 59enne, entrambi pregiudicati e residenti a Santa Maria di Sala.

I fatti

Accade il 19 settembre: una donna di 64 anni si trova nel piazzale della chiesa di Grantorto quando viene avvicinata dalla coppia, che riesce a convincerla ad accompagnarli all'interno con la scusa di accendere un cero. Una volta entrati in chiesa l'uomo mostra un'ingente somma di denaro affermando la sua volontà di volerla donare alla parrocchia, ma mentre stanno parlando la coppia all'improvviso si dilegua in fretta e furia e scappa a bordo di un'Audi A3. E alla signora bastano pochi istanti per capire tutto: quella dell'offerta era tutta una scusa per distrarla e consentire alla 59enne di sottrarle la preziosa collana che aveva al collo. Dopo più di die mesi di indagini i carabinieri di Gazzo sono riusciti a identificare i colpevoli grazie anche ai filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona e al successivo riconoscimento facciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Due contagiati nel comune di Saccolongo: a scriverlo il sindaco su Facebook

Torna su
PadovaOggi è in caricamento