menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avevano seminato il panico in periferia con una raffica di furti: denunciati due fratelli

Di origine tunisina: le indagini sono partite dalla compravendita di una fede nuziale, trovati nella loro abitazione anche 19 cellulari e bottiglie di alcolici rubate

Fratelli. E complici: il 34enne M.J. e il 37enne A.J., entrambi tunisini regolari, sono stati denunciati dai carabinieri rispettivamente per furto e per favoreggiamento e occultamento.

I fatti

I due nordafricani, che convivono nella stessa abitazione, sono accusati di aver compiuto numerosi furti in alcuni locali di Selvazzano Dentro. Tutto ha avuto inizio il 17 dicembre 2018, quando i due uomini sono penetrati nel bar "127" di Tencarola sottraendo 300 euro di fondo cassa e una fede nuziale: il 34enne, poi, ha subito venduto a un "compro oro" della zona l'anello, che è stato a sua volta rivenduto dal proprietario al fratello. Un "passaggio" che ha insospettito i carabinieri, i quali si sono recati nella loro abitazione per effetturare una perquisizione. Che ha dato i suoi frutti: i militari dell'Arma hanno rinvenuto 19 cellulari, 8 bottiglie di alcolici vari sottratti al "Bar Tosca" di San Domenico di Selvazzano Dentro il 31 dicembre, un carnet di assegni rubati in una vicina enoteca e una carta d'identità contraffatta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento