menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mi hanno derubato di 2mila euro" Si contraddice: polizia lo denuncia

Un italiano, giovedì mattina, ha riferito al 113 di essersi scontrato con due individui, in via Longhin a Padova, che gli avrebbero sfilato una busta con dei soldi. Gli agenti non gli credono: "Procurato allarme"

Procurato allarme e simulazione di reato. Quel racconto proprio non "filava". Troppe le contraddizioni, tanto che la polizia si è convinta che quel presunto furto fosse in realtà tutta una messa in scena. E, alla fine, il "derubato" si è ritrovato lui stesso denunciato.

"DERUBATO DI 2MILA EURO". È accaduto giovedì mattina. Un italiano ha chiamato il 113, riferendo di avere subìto il furto di una cospicua cifra di denaro, che teneva in tasca per fare delle commissioni. Stando al racconto dell'individuo, l'uomo sarebbe uscito di casa con 1.500 euro custoditi in una busta, riposta in una tasca del giaccone. Poi si sarebbe recato al bancomat per prelevare altri 500 euro.

IL PRESUNTO FURTO. D'un tratto, mentre stava camminando in via Longhin a Padova (addosso, avrebbe avuto quindi 2mila euro in contanti), avrebbe incrociato due soggetti dalle facce scure, che lo avrebbero urtato. Sempre secondo la versione dei fatti fornita dall'italiano, dopo lo scontro si sarebbe reso conto di avere la tasca della giacca tagliata e che la busta con dentro i soldi era sparita.

PROCURATO ALLARME. Nel fornire il resoconto di quanto gli sarebbe accaduto, l'individuo si è però contraddetto più volte. Gli agenti non hanno trovato inoltre alcun riscontro del presunto furto. Persuasi della falsità delle sue dichiarazioni lo hanno quindi denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento