Cronaca

Perde il lavoro, ruba auto e borsa alla fidanzata e fa un incidente: 26enne denunciato

Una storia a dir poco rocambolesca che vede tra i protagonisti una trentenne padovana

Quello che è successo ad una 30enne padovana nella notte tra giovedì e venerdì sembra la trama di un film tragicomico.

I fatti

Verso le 5 di mattina - come riporta VicenzaToday - una guardia giurata stava percorrendo la Riviera Berica per andare al lavoro quando, all'altezza della strada del Tormeno, nota a lato della strada un'auto ferma che sembrava incidentata, anche per la presenza di vetri rotti a terra. Il vigilante si ferma e trova seduto al posto di guida un ragazzo che gli chiede un passaggio. Il giovane racconta di abitare lì vicino e prega il vigilante di non chiamare la polizia perché ha fatto un incidente ma ha alzato un po' il gomito e in più ha lasciato la patente a casa. La guardia avvisa la centrale operativa, la quale chiama il 113. Il ragazzo si accorge della situazione e scappa a piedi. Quando arriva sul posto la pattuglia della polizia scopre che il mezzo, una Tojota Yaris, è intestata a un signore della provincia di Padova. Gli agenti fanno spostare l'auto, che risulta incidentata, dal carro attrezzi e cercano di contattare il proprietario. E nel frattempo arriva a piedi una ragazza, la 30enne padovana, che racconta loro la sua storia. 

Il racconto della ragazza

La giovane, che abita in provincia di Padova e lavora all'interno di un centro commerciale a Vicenza, ha da tempo una relazione con un ragazzo vicentino (A.A. le iniziali) di 26 anni residente in via Riviera Berica. Il giorno prima, giovedì, era andato a prenderlo con l'auto dei genitori nel magazzino dove lui lavorava in prova. Quando arriva, il 26enne ha la faccia sconsolata: non l'hanno infatti riconfermato al posto di lavoro. Il giovane abita nell'appartamento sopra a quello della madre e la ragazza decide di fermarsi a passare la notte con lui. Cenano assieme e poi lui dice che deve uscire un po'. In realtà torna dopo tre ore. Lei stava dormendo e lui la sveglia. La prima cosa che le chiede è se può prestargli dei soldi. La ragazza però ha solo 10 euro nel portamonete e lui si rifiuta di dare spiegazioni. Scoppia un litigio al termine del quale la 30enne torna a letto a dormire. Alle sei di mattina viene svegliata dal telefono. A chiamarla è il fidanzato che sembra molto agitato e fa capire di avere avuto un incidente. Ma non solo. Lui le dice di averla chiusa dentro in casa. In effetti lei cerca di uscire ma scopre che la porta è chiusa a chiave dell'esterno. Inoltre la sua borsa, che contiene carte di credito, è sparita assieme alla chiave della Toyota. La 30enne, a quel punto, riesce a uscire dall'abitazione attraverso una finestra e si rivolge alla madre che abita al piano di sotto. Le due donne salgono in auto (della madre) e si mettono a cercare il ragazzo. Quando vedono la polizia la 30enne scende, mentre la madre continua la sua ricerca. 

La denuncia

Alla fine della ricostruzione fornita agli agenti la fidanzata (probabilmente a questo punto già ex) viene portata in questura dove denuncia il 26enne per furto. Anche quest'ultimo viene portato in questura. A trovarlo non è la madre, bensì gli agenti, che lo hanno intercettato mentre stava tornando a casa a piedi. Oltre ad avere fatto un incidente con l'auto portata via alla sua ragazza, il ragazzo riserva un'ultima sorpresa. I poliziotti infatti scoprono che lui quella vettura non poteva guidarla in quanto la patente gli era stata revocata tempo prima. E per la guida senza patente le sanzioni amministrative possono essere davvero salate.


 

Potrebbe interessarti: https://www.vicenzatoday.it/cronaca/furto-borsa-incidente-denunciato-vicenza-1-febbraio-2020.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/VicenzaToday/212021655498004

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde il lavoro, ruba auto e borsa alla fidanzata e fa un incidente: 26enne denunciato

PadovaOggi è in caricamento