Rolex, biglietti rubati, arnesi da scasso: il blitz al campo nomadi incastra due uomini

Un 54enne e un 23enne sono stati denunciati in seguito a una perquisizione nel campo nomadi in cui risiedono. Avrebbero svaligiato aziende delle province euganea e berica

(foto: archivio)

La recente perquisizione ha permesso di recuperare refurtiva e arnesi da scasso, che li hanno collegati a numerosi furti commessi nel Padovano e nel Vicentino. Sono stati denunciati mercoledì mattina P.A. e T.B., noti pregiudicati che risiedono nel campo nomadi di Torri di Quartesolo.

L'indagine

I due, rispettivamente di 54 e 23 anni, risultano residenti nel campo di via Boschi 17 dove la settimana scorsa, il 26 febbraio, si sono presentati i carabinieri di Mestrino e il Nucleo cinofili di Torreglia insieme ai colleghi di Torri di Quartesolo. A disporre la perquisizione era stata la procura di Padova su richiesta dei militari che da tempo indagavano su una serie di furti commessi tra la provincia berica e il comune di Veggiano.

La perquisizione

All'interno delle pertinenze dei due erano stati recuperati e sequestrati diversi arnesi da scasso, ma anche un orologio Rolex risultato rubato e 1.200 euro in contanti. Inoltre il 23enne aveva con sé anche 97 titoli di viaggio anch'essi provento di furto. Il materiale è stato sequestrato per essere sottoposto a ulteriori indagini e capirne la provenienza. Nel corso di una settimana di accertamenti si è così scoperto che si trattava di oggetti rubati nel corso di diversi colpi messi a segno nel mese di febbraio ai danni di diverse ditte con sede nella zona industriale di Veggiano. I biglietti posseduti da T.B. erano invece stati rubati il 3 ottobre a una società di trasporti vicentina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le denunce

Mentre la refurtiva veniva tenuta sotto sequestro in attesa di essere restituita, nei confronti dei due uomini è stata emessa una denuncia. La coppia è accusata in concorso di furto aggravato e continuato. Il 23enne invece deve anche rispondere della ricettazione dei titoli di viaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento