Cronaca

Anziane derubate al cimitero con l'abbraccio: in pochi secondi spariscono gli "ori"

Una 28enne di origine straniera è stata denunciata perché riconosciuta come l'autrice di due furti cn destrezza commessi nel mese di maggio nella Bassa Padovana ai danni di due anziane

(foto: archivio)

La tecnica collaudata, due prede facili e un bottino assicurato. A quanto emerso dalle indagini condotte dai carabinieri sarebbe la 28enne romena G.L. l'autrice di due scippi avvenuti a maggio a Vescovana e Stanghella.

Prima a Stanghella

La ragazza, senza fissa dimora e nota per altri reati analoghi, è accusata di aver usto la tecnica "dell'abbraccio" per derubare dei gioielli due anziane donne. Il primo episodio si è verificato il 14 maggio a Stanghella, dove una 76enne del paese era stata avvicinata da una giovane che, chiedendole alcune informazioni, l'aveva poi calorosamente abbracciata per ringraziarla. In quella stretta erano invece sparite la catenina in oro e le due medagliette che vi erano infilate. La vittima se ne era accorta solo quando la ladra era ormai lontana e ai carabinieri aveva raccontato l'accaduto fornendone un identikit.

Poi a Vescovana

Identikit che è riemerso pochi giorni dopo quando, il 19 maggio, un furto del tutto simile è stato denunciato ai militari di Vescovana. Al cimitero una 80enne era stata fermata anche stavolta da una giovane donna che chiedeva alcune indicazioni. Il copione si è ripetuto identico e dopo essere stata abbracciata l'anziana si è ritrovata spogliata di una collanina, un braccialetto e della fede nuziale. Le indagini sviluppate dalle due stazioni hanno portato entrambe a identificare la 28enne G.L., nota scippatrice e, una volta confrontati i risultati, hanno portato alla formalizzazione di una denuncia per furto con destrezza notificata alla romena il 3 giugno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziane derubate al cimitero con l'abbraccio: in pochi secondi spariscono gli "ori"

PadovaOggi è in caricamento